SABATO 23 OTTOBRE 2021




Il caso

Il miracolo di San Gennaro a porte chiuse: l'ultima volta nel 1943

Il Cardinale Sepe: 'Un segno di speranza per la Campania'

di Redazione
Il miracolo di San Gennaro a porte chiuse: l'ultima volta nel 1943

Il miracolo di San Gennaro si è ripetuto. Lo ha annunciato alle 19:04 l'arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe. "Un segno di predilezione e benevolenza nel tempo del coronavirus per la nostra Campania e per l'Italia intera" ha detto Sepe in un Duomo insolitamente deserto a causa del rischio contagio che ha imposto lo svolgimento del rito a porte chiuse, spiegando che al momento dell'apertura della cassaforte il sangue del patrono di Napoli era già sciolto. Era dal 1943 che il miracolo di maggio di San Gennaro non si svolgeva in forma diversa da quella tradizionale, ovvero con una processione dal Duomo alla basilica di Santa Chiara. E' quanto ha ricordato, l'abate del Tesoro di San Gennaro, Vincenzo De Gregorio. Tocca all'abate, infatti, annotare tutto quello che avviene nel corso delle funzioni per il miracolo (di settembre, dicembre e maggio).
Oggi la funzione si svolgerà solo nel Duomo senza la tradizionale processione delle statue dei compatroni di Napoli.
La processione non si svolgerà a causa dell'emergenza Coronavirus. E oggi nella cattedrale non vi saranno neanche le "parenti dai San Gennaro": le fedeli che, 'vantando' una parentela con il giovane vescovo martirizzato a Pozzuoli, invocano con le preghiere il ripetersi del prodigio.
Nel 1943 la processione delle statue si tenne ugualmente lungo le strade del centro storico ma la funzione non si svolse, come la tradizione vuole, nella basilica di Santa Chiara (che era danneggiata) ma, come ha ricordato lo stesso mons. De Gregorio, nella vicina chiesa del Gesù nuovo.
Oggi l'ampolla con il sangue di San Gennaro che solitamente dopo vengono esposte ai fedeli e offerte per il bacio verranno subito dopo la funzione religiosa verranno rinchiuse nella cassaforte della Cappella del Tesoro.

02-05-2020 23:10:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA