LUNEDÌ 29 NOVEMBRE 2021




Verso la vetta

Il Napoli blinda i suoi tesori, la società non cede i suoi assi

C'è la fila per acquistare il Pipita e Insigne, ma il club azzurro punta a tenerseli

di Redazione
Il Napoli blinda i suoi tesori, la società non cede i suoi assi

E' uscito dal campo alla mezz'ora della ripresa, stanco ma tra gli applausi del pubblico di Cordoba: Gonzalo Higuain ha sfiorato il gol, servendo poi l'assist del vantaggio a Mercado, nel 2-0 con cui la sua Argentina ha battuto la Bolivia, facendo un passo importante verso i Mondiali 2018. Il Pipita si è rimesso in viaggio ma sarà solo domani a disposizione di Maurizio Sarri per preparare la trasferta contro l'Udinese: un tour de force che però non sembra mettere in dubbio la sua presenza alla Dacia Arena.
Il Napoli difficilmente si priverà del suo bomber, che è a quota 29 gol in campionato: un dato che è ancora più impressionante se si pensa che l'Udinese ha fatto finora 26 gol in trenta partite, quindi il Pipita ha segnato da solo più di tutta la squadra friulana. Per lui Sarri potrebbe prevedere almeno un'ora in campo per poi magari lasciare spazio nel finale a Gabbiadini.
E sarà anche una presenza da ricordare, quella di domenica per il Pipita, che taglierà il traguardo delle cento presenze in serie A con la maglia azzurra: nelle 99 gare disputate fin qui ha segnato 64 reti, 1,54 a partita. Un fiume di gol che il Napoli vorrebbe blindare, tenendolo ben oltre la scadenza del suo contratto nel 2018. Per l'argentino, però, c'è la fila, anche se l'altissima clausola da 95 milioni potrebbe scoraggiare persino pretendenti del calibro di Bayern Monaco e Manchester City. Il futuro del fuoriclasse si deciderà in estate, con il Napoli che preme per un rinnovo del contratto fino al 2020 con aumento dell'attuale ingaggio (che è sui 5 milioni e mezzo). Ma sono molti gli assi che il club azzurro vuole tenersi stretti. Tra questi anche Lorenzo Insigne, già legato al Napoli fino al 2019, ma per ora focalizzato sullo sprint finale del campionato, come ha ricordato oggi il suo manager Fabio Andreotti: "La sua ambizione - ha detto a Radio Crc - è vincere lo scudetto a Napoli. La questione del rinnovo del contratto è stata rimandata a fine stagione". La delusione del ko con la Germania è già smaltito, in fondo Insigne ha fatto un passo enorme verso la convocazione per gli Europei che fino a 15 giorni fa sembrava difficile ed ora è vicinissima. Lorenzinho è tornato oggi a Napoli e si è unito ai compagni nella seduta pomeridiana di allenamento insieme a Jorginho e Mertens, mentre Ghoulam è stato il più lesto a rientrare ed era in campo già per la sessione mattutina, anche se solo per una seduta di scarico. Buone notizie, infine, per Hysaj che, come previsto, è tornato ad allenarsi in gruppo e domenica a Udine ci sarà. 

30-03-2016 19:29:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA