MARTEDÌ 22 OTTOBRE 2019
Castellammare

In coma per avere bevuto troppo, è salva la ragazzina quindicenne finita in rianimazione

Il primario De Nicola: "Abbiamo escluso danni cerebrali". Oggi ha riabbracciato i familiari

di redazione
In coma per avere bevuto troppo, è salva la ragazzina quindicenne finita in rianimazione
Ha riabbracciato la mamma e il papà. I genitori e gli amici possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. La ragazzina finita in coma etilico domenica notte ha lasciato la rianimazione. E' considerata fuori pericolo la quindicenne di Boscoreale soccorsa domenica notte a Pompei per le conseguenze degli eccessi di una notte brava con gli amici.
La ragazza è stata ricoverata nel reparto di Rianimazione dell' ospedale stabiese, diretto dal primario Aniello De Nicola, fino a questa mattina. Arrivata in gravissime condizioni, i medici ora sono ottimisti sul suo futuro. 
Trasferita nel reparto di medicina del San Leonardo, ha potuto stringersi tra le braccia dei suoi familiari dichiarando chiusa la brutta avventura.
''Abbiamo effettuato due elettroencefalogrammi per escludere danni cerebrali - dice il dottore De Nicola - quindi abbiamo sciolto la prognosi''.
L'adolescente era stata soccorsa dai medici del 118, chiamati da un gruppetto di amici minorenni che, insieme a lei, avevano consumato due bottiglie di whisky e una bibita nella serata di domenica.
La ragazza avrebbe abusato dell'alcol più dei suoi compagni perché - avrebbe raccontato agli infermieri - sembrava che lo sopportasse meglio. La reazione è stata il coma. Sulla vicenda sono in corso indagini della polizia del Commissariato di Pompei che in giornata interrogheranno la ragazzina e i suoi amici per scoprire se oltre all' alcol abbiano fatto anche uso di droga e chi ha venduto ai minorenni le sostanze ed il whisky.
18-10-2016 12:08:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO