MERCOLEDÌ 13 NOVEMBRE 2019
Scavi di Pompei

Inizia da Pompei il Campania by night - Archeologia sotto le stelle", in tutti i siti della regione

Il programma di aperture serali dei siti archeologici campani, Ottanta appuntamenti, dal mercoledì alla domenica, tutti i giorni fino al 17 settembre

di redazione
Inizia da Pompei il Campania by night - Archeologia sotto le stelle

Ottanta serata magiche, delicate, discrete, rispettose dei luoghi ma capaci di restituire in poche ore tutto il fascino di Pompei, Ercolano, Paestum. Ottanta piccoli eventi per scoprire alcune realtà meno note ma di grandissimo fascino come il Museo Archeologico di Villa Arbusto nell'isola d'Ischia o la Villa Romana Marittima di Minori in Costiera Amalfitana.

E' "Campania by night - Archeologia sotto le stelle", il programma di aperture serali dei siti archeologici campani proposto dalla Scabec, la società della Regione Campania attiva nella valorizzazione e promozione dei beni culturali, e presentato ieri sera nella palestra grande degli scavi di Pompei dal soprintendente Massimo Osanna. Ma è anche la vittoria dell’archeologia, un colpo di spugna deciso e coraggioso sulle polemiche seguite ai grandi eventi di Gilmour ed Elton John agli Scavi di Pompei. Insomma, ci sono e ci devono essere i grandi eventi, ma si può fare cultura, turismo, promozione, anche illuminado una notte d’estate nel modo giusto, e con manifestazioni non invasive che regalano ai turisti tutti la suggestione di questi luoghi. Campania by night - Archeologia sotto le stelle è questo. Percorsi dal tramonto fino a notte fonda con visite guidate o itinerari in audioguida affiancati a performance artistiche internazionali di danza, teatro e musica. Ma tutto contenuto, senza esagerare. Come piace a chi sa godere delle bellezze naturali e della storia di questa regione, senza bisogno dello show business. Anzi, grazie alle necklight (delle collanine luminose con l’effetto lucciole) che verranno distribuite ai visitatori, saranno gli stessi turisti a contribuire alla creazione di atmosfere e illuminazioni dinamiche lungo il percorso. Già da stasera, dunque, passeggiate notturne negli scavi archeologici di Pompei che prevedono la visita alla mostra «Egitto a Pompei», e alle domus illuminate di Octavius Quartio, di Venere in Conchiglia e al complesso edilizio Praedia di Giulia Felice. Il percorso si concluderà nella Palestra Grande dove è stata allestita l'Arena di Artecard, un piccolo teatro moderno da 200 posti che ospiterà le performance programmate: la danza con Igor Bacovich e Iraxte Ansa, Art Garage e Emanuel Gat, i concerti e le performance teatrali con attori del calibro di Daniele Pecci, Anita Caprioli e Roberto De Francesco. La direzione artistica è affidata a Luigi Gallo. Dopo Pompei sarà la volta di Paestum (22 luglio), Villa Arbusto (23 luglio) Ercolano (24), Villa Romana (30 luglio) aprire le proprie porte ai visitatori.

22-07-2016 17:42:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO