GIOVEDÌ 27 GENNAIO 2022




la notizia

ISTAT, previsioni di stima 2020. Crolla il Pil -8,3%

In caduta libera anche il consumo delle famiglie, mentra la disoccupazione è al 9,6%

di Gaetano Mataluni
ISTAT, previsioni di stima 2020. Crolla il Pil -8,3%

Il futuro dell'economia del nostro Paese, in attesa che l'Europa intervenga in maniera massiccia, inizia a presentare sempre di più grossi nubi all'orizzonte.
L'Istat infatti, prevede "una marcata contrazione del Pil nel 2020", con una caduta dell'8,3%, e "una ripresa solo parziale nel 2021", stimando un rialzo del 4,6% che vuol dire che alla fine dell'anno prossimo non avremo ancora recuparto la situazione pre pandemia.

L'Istituto, nelle 'Prospettive per l'economia italiana', rimarca come "il dilagare dell'epidemia di Covid-19 e i conseguenti provvedimenti di contenimento decisi dal Governo" abbiano determinato uno "shock senza precedenti".

L'istituto prevede inoltre una "caduta" per i consumi delle famiglie pari a un -8,7%, a cui si accompagna anche "il crollo" degli investimenti (-12,5%).

Sul fronte del lavoro, la disoccupazione scenderà al 9,6%, ma solo per effetto dell'aumento degli inattivi: circa 500mila persone infatti "hanno smesso di cercare lavoro".

08-06-2020 11:35:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA