VENERDÌ 13 DICEMBRE 2019
Cronaca

La Camorra contro Pantani

Svolta nelle indagini, confermato che il sangue del pirata fu manomesso

di Saverio Casalbordino
La Camorra contro Pantani

Ci sono voluti diciassette anni per scoprire la verità ed oggi arriva la conferma dalla Procura di Forlì.

Fu la camorra a far perdere il Giro a Marco Pantani nel 99’.

Le indagini condotte dal PM Sottani hanno dimostrato che fu un clan camorristico a minacciare un dottore per alterare i risultati del sangue del Pirata. La motivazione facile da interpretare, troppe le scommesse sulla vincita di Pantani del Giro d’Italia, scommesse che la camorra avrebbe dovuto pagare perdendo molti quattrini.

La svolta è arrivata quando il famoso criminale Renato Vallanzasca ha rivelato ai giudici che in carcere gli avevano confidato questa cosa, qualcuno gli aveva anche suggerito di giocare contro il Pirata perché “tanto alla fine in un modo o nell’altro non arriva a Milano”. E la conferma di queste dichiarazioni è arrivata grazie alle intercettazioni effettuate dalle procure di Forlì e Napoli, hanno individuato l’uomo che aveva confidato queste cose ed hanno proceduto ad un interrogatorio. L’uomo poi, intercettato mentre parlava con un parente, ha confermato tutto. I Magistrati non si sono fermati ed hanno continuato ad indagare trovando tutti i mandanti dell’operazione. Ma a distanza di quasi vent’anni la Procura non può far altro che archiviare il caso.

Si è così fatta luce su una questione che al tempo fece molto discutere, con Pantani che iniziò il suo declino sportivo ed umano con la fine che tutti conosciamo.

Ed alla mente ritorna un’altra voce, ma mai confermata, cosa successe al Napoli nella stagione 87/88 quando era ad un passo dallo scudetto? Lì un pentito aveva rivelato qualcosa che non è stato mai verificato fino in fondo, in questo caso la storia, almeno sportiva, ha voltato pagina.

14-03-2016 16:57:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO