LUNEDÌ 25 OTTOBRE 2021




L'iniziativa

La Mehari di Siani a Capodichino, l'assessore Fortini: "Un simbolo di giustizia e libertà"

L'auto del giornalista ucciso dalla camorra pronta a partire per l'Emilia Romagna

di Redazione
La Mehari di Siani a Capodichino, l'assessore Fortini:

Un simbolo che ricorda il sacrificio di un giornalista di frontiera ucciso dalla camorra. Dopo il significativo viaggio istituzionale, che da Napoli l'ha portata fino alla Camera dei Deputati, al Senato della Repubblica e al Parlamento Europeo, oggi la Mehari di Giancarlo Siani è all'aeroporto di Capodichino, pronta per ripartire, tra pochi giorni, alla volta dell'Emilia Romagna e certificare il rinnovato impegno della Regione Campania, attraverso la Fondazione Polis, sui temi dell'aiuto alle vittime innocenti della criminalità e della libertà di stampa.
"L'installazione realizzata all'aeroporto vuole indurre tutti i passeggeri a fermarsi e a riflettere sulle istanze di cui la Mehari, simbolo di giustizia e legalità, è portatrice: innanzitutto, una tutela più efficace dei familiari di tutte le vittime della violenza criminale, senza distinzioni di sorta; in secondo luogo, una vicinanza concreta ai tanti giornalisti che svolgono con passione la loro professione, soprattutto a coloro che sono sottoposti a intimidazioni di varia natura", evidenzia l'assessore regionale alle Politiche Sociali Lucia Fortini.
"La Mehari è qui per interrogarci e per spingere tutti, dalle istituzioni al mondo dell'associazionismo ai singoli cittadini, a fare di più e meglio per non lasciare sole le vittime della criminalità e i cronisti minacciati", conclude l'assessore Fortini. 

04-11-2016 12:10:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA