MARTEDÌ 19 NOVEMBRE 2019
la ricetta

La pasta Ncasciata cara a Camilleri e al commissario Montalbano

La storia di un piatto degno dell'Olimpo

di redazione
La pasta Ncasciata cara a Camilleri e al commissario Montalbano

Fra le tante cose care della sua Sicilia che Andrea Camilleri ci ha lasciato grazie alla fortunata serie televisiva legata al Commissario Montalbano dove spesso "Salvo" si ritrova a mangiare a casa da solo, in religioso silenzo, quasi fosse un rito, ci sono i piatti che gli prepara con amore la sua "cammarera" Adelina.
Uno dei suoi piatti preferiti è la Pasta Ncasciata, che Camilleri tramite Montalbano ritiene un piatto degno dell'Olimpo.
Ma cos'è questa prelibatezza che fa impazzire Camilleri e il suoMontalbano? Com'è fatta?
Ebbene la Pasta Ncasciata non è altro che la pasta al forno con melanzane, quindi non un timballo, per cui pure trovandoci davanti ad un piatto siciliano niente anelletti come tipo di pasta. Vanno bene i sedani rigati, i maccheroni e così via. lo li ho preparati con le candele corte.

Ricetta per 4 persone

Ingredienti:

320 gr di Candele, 250gr. di provola, 80 gr. di mortadella a cubetti, 80 gr. di salame napoli a cubetti, 200 gr. di carne di manzo macinata, ricotta salata grattugiata secondo gusto, così come sale e pepe nero, un ciuffo di basilico, una passata di pomodoro da un lt, 2 spicchi di aglio, 5 cucchiai generosi di olio evo, mezzo cucchiaino di zucchero, fra i 15 e i 20 pomodori datterini, 3 melanzane, mezzo bicchiere di vino rosso e mezza cipolla, olio di semi da frittura.

Procedimento:
1. Per il sugo riscaldare olio e aglio in un tegame, e poi dopo aver tolto l'aglio aggiungere la passata di pomodoro, lo zucchero, il sale, il pepe e del basilico. Dopodichè attendere il primo bollore della salsa e lasciar cuocere a fuoco lento per circa un'oretta.
2. Per la carne tritata da mettere nella pasta n'casciata, mettere nella padella un filo di olio e la mezza cipolla tagliata a velo, come la cipolla prende colore aggiungere la carne di manzo macinata e farla sigillare poi sfumare con vino rosso e dopo che il vino è evaporato aggiungere sale e pepe e portarla a cottura finale.
3. Tagliare a tocchetti le melanzane e friggerle nell'olio di semi.
4. Passiamo a preparare ora il piatto vero e proprio.
Come prima cosa si lessa la pasta in acqua salata e la si scola al dente
Poi la si condisce con il sugo e nel frattempo si prepara la teglia da infornare mettendo sul fondo un mestolo di sugo sul quale si disponde la prima fila pasta gia condita, dopodiche disporre sopra le melanzane fritte, poi la provola, del basilico fresco, poi del sugo su cui poggiare carne salame e mortadella, condire ancora con il sugo e disporre l'ultima fila di pasta condita su cui poggiare le fette di pomodorini e la ricotta salata grattugiata in modo da fare "ncasciare" la pasta che alla fine della cottura in forno (a 180° per circa 30 minuti) sarà bella croccante in superficie.

 

17-07-2019 15:34:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO