MERCOLEDÌ 30 NOVEMBRE 2022




Torre Annunziata

La Real Fabbrica d'armi voluta da Carlo di Borbone, diventerà un Museo

Il progetto annunciato dal sindaco Starita nell'incontro con Franceschini: "Un attrattore culturale"

di Redazione
La Real Fabbrica d'armi voluta da Carlo di Borbone, diventerà un Museo

E’ stata la più grande fabbrica d'armi del Regno delle due Sicilie, custode di storia e di armi antiche non sarà più solo un edificio abbandonato. In un incontro con il ministro Franceschini il sindaco di Torre Annunziata Giosuè Starita è stato deciso che la Real Fabbrica d’armi, fondata nel 1758 per volontà di Carlo di Borbone, diventerà un museo inserito nel circuito turistico del Grande Progetto Pompei.
Dalla riunione, incentrata sul piano strategico per lo sviluppo delle aree comprese nel piano di gestione del sito Unesco, scavi archeologici di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata, è emerso proprio il ruolo centrale che lo Spolettificio, accanto ai siti archeologici, potrà avere nel prossimo futuro''.
''Al suo interno - spiega il sindaco Starita - sono custodite una vasta raccolta di armi antiche, e la stessa struttura è di notevole interesse storico. Insieme con le preziose testimonianze archeologiche, andrà ad arricchire la nostra offerta turistica''.  La fondazione della Reale Fabbrica d'Armi trae la propria origine dai moti rivoluzionari iniziati il 7 luglio del 1647 capeggiati da Masaniello. Una volta domata la rivolta, il governo vicereale spagnolo si rese conto che la presenza di una polveriera nella cerchia urbana di Napoli era potenzialmente fonte di pericoli. Per questo motivo, si decise di spostare la fabbricazione delle armi e la produzione di polvere da sparo al di fuori della cerchia urbana, e precisamente a Torre Annunziata. Poi durante la prima guerra mondiale venne declassata a Spolettificio, ora si prepara il suo riscatto con un destino da Museo al pari di altre realtà simili in Europa.

 


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

04-08-2016 14:32:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA