DOMENICA 03 LUGLIO 2022




Il fatto

La sinistra si ridivide, Leu scompare. A Castellammare Laura della Monica: "Continueremo a lavorare uniti"

In consiglio resterà in vita il gruppo con Tonino Scala

di Annalibera Di Martino
La sinistra si ridivide, Leu scompare. A Castellammare Laura della Monica:

Giusto il tempo del taglio della torta e del viaggio di nozze. Dopo un anno di matrimonio politico Laura Boldrini e Pietro Grasso divorziano e, come succede nei matrimoni reali, a subirne le conseguenze sono i figli. Il loro unico figlio liberi e uguali non esiste più. A nemmeno un anno dalla nascita, 3 dicembre 2017, la nuova realtà politica di sinistra scompare. La causa? Sembrerebbe si tratti di disaccordi interni tra i vertici. Il primo a distaccarsi fu Pippo Civati che con la mancata rielezione alla Camera si allontanò. A seguire Laura Boldrini che, riconfermata alla Camera, non rimase particolarmente legata all'allora neonato figlio di sinistra. Se alla Camera i 14 deputati eletti restano uniti con l'intento di formare una frazione a sé stante, a Castellammare, dove LeU alle scorse amministrative ha raggiunto un ottimo risultato con 2800 preferenze, che fine faranno? A rispondere è la coordinatrice stabiese dell’ormai defunto Liberi e Uguali Laura Della Monica. In cantiere, forse, la costruzione di una nuova realtà politica che si basi su un’architettura più solida volta a riassumere le intenzioni della sinistra. Nessun arretramento da parte della rappresentanza consiliare. Liberi e Uguali con Tonino Scala continua ad esistere a Palazzo Farnese: “Non faccio mistero dell'amarezza che deriva dal fallimento del progetto di Liberi e Uguali. Un progetto che voleva tenere insieme le forze di sinistra, ma che di fatto non é decollato e che ci impegna ora a compiere una riflessione attenta e profonda. Si tratta di disegnare un profilo chiaro ed una mappa precisa, costruendo un comune sentire di valori e direzioni di marcia. Il percorso unitario a livello nazionale non ha retto, ma a Castellammare l'esperienza di Leu ha generato frutti che sarebbe sbagliato non cogliere. Con Tonino continueremo a lavorare insieme, portando avanti le battaglie e gli impegni che abbiamo assunto. Il gruppo consiliare di Liberi e Uguali, così come quello parlamentare, resterà in vita e Tonino continuerà ad essere la nostra voce in aula”.
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

17-11-2018 17:48:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA