MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2020




Castellammare

"La villa sarà consegnata a Marzo. Altri 10 operai per i lavori di via Mazzini"

L'assessore Rubino fa chiarezza sui tempi e lancia l'evento Natalizio "Un brindisi con la città per la completa riapertura del tratto iniziale"

di Paolo Di Capua

Giuseppe Rubino garantisce: "La villa comunale sarà ridata agli stabiesi entro Marzo 2017". L'assessore all'urbanistica di Castellammare cancella, durante un incontro con i giornalisti tenutosi a palazzo Sant'Anna, qualsiasi dubbio sul rispetto del cronoprogramma da parte della ditta appaltatrice. Dubbi che proprio la stampa aveva sollevato negli ultimi giorni e che, se fossero stati confermati, avrebbero creato un gravissimo problema all'amministrazione. Perché i finanziamenti non scattano se i tempi non vengono rispettati. Ovviamente, oltre alla villa, per marzo 2017 dovranno essere consegnati anche Casa del fascio e Corso de gasperi. Ma la villa è il principale obiettivo "E sarà raggiunto nei tempi e con standard di qualità elevati perché - racconta Rubino - in seguito ad un incontro avuto con la ditta giovedì scorso, ho chiesto ed ottenuto che la squadra di lavoro venisse implementata con altre unità. Nei prossimi giorni le operazioni inizieranno anche nel tratto che confina con via Mazzini". Quindi a Castellammare arriverà un'altra squadra che, in sinergia con la prima che completerà i lavori lungo corso Garibaldi, inizierà quelli della seconda parte. "E' stata una richiesta necessaria - afferma - perché dobbiamo evitare che la fretta di concludere i lavori vada a pregiudicare il risultato finale. Massima attenzione alle finiture e ai dettagli. Questi saranno lavori solidi, fatti per durare nel tempo". E il tempo dice che a Natale sarebbe in programma un brindisi fra amministrazione e cittadini passeggiando insieme nel tratto compreso fra l'hotel Miramare e la banca Stabiese ma solo se il collaudo darà esito positivo sulla tenuta della pavimentazione. "E' un sogno - racconta l'assessore - ma se non si potrà realizzare per il 25, lo sposteremo in un' altra data delle prossime festività a patto che abbiamo la certezza che i mosaici, di cui è composto il suolo, non si sbriciolino come accaduto in passato quando, per la fretta di aprire, ala prima abrasione si dovette intervenire di nuovo". Giuseppe Rubino, dopo aver ringraziato la sinergia fra maggioranza ed opposizione nel raggiungere questo obiettivo, guarda al futuro. Una volta che la villa sarà inaugurata bisognerà tenerla bene, soprattutto in relazione agli spazi verdi. Il suo progetto, in linea anche con le esigue risorse del Comune, è di proporre il metodo "Adotta un'aiuola". "L'invito - precisa - è rivolto a negozi, imprese, associazioni e scuole. E' il solo modo per aver cura di aiuole o spazi verdi non solo della villa ma anche di corso de Gasperi o di altri tratti della città. I benefici? - prosegue - un maggiore sviluppo del senso civico e di appartenenza alla città ed un ritorno pubblicitario collocando la targa della propria attività". Ma quali sono le modalità? "Chi vorrà aderire - specifica - dovrà solamente accollarsi la spesa della manutenzione che dovrà essere eseguita rispettando scrupolosamente un disciplinare formulato con gli agronomi della STIPA. Ogni mese verificheremo lo stato di salute delle aree e, chi non ne avrà cura, riceverà una sanzione amministrativa". Un primo passo , in questo senzo, è stato già effettuato. L'istituto tecnico Vitruvio, in collaborazione con la Banca Stabiese, curerà l'aiuola di Piazza Spartaco.

19-11-2016 15:16:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA