GIOVEDÌ 28 OTTOBRE 2021




Il fatto

Lutto nel Salernitano per la morte di padre Olimpio Petti: vittima del coronavirus

Il francescano aveva diretto diverso Conventi e Santuari

di Redazione
Lutto nel Salernitano per la morte di padre Olimpio Petti: vittima del coronavirus

Lutto nel Salernitano per la morte di padre Olimpio Petti di Nocera Superiore, contagiato nei giorni precedenti la Pasqua dal Coronavirus. Francescano, molto noto in Campania, a partire dagli anni '60 ha diretto diversi Conventi e Santuari del salernitano, tra cui Sarno, Maiori, il Sacro Cuore di Salerno, Nocera Inferiore, Bagni di Scafati e, infine, il noto Santuario Materdomini a Nocera Superiore, sua città natale. Ha, inoltre, insegnato nella scuola superiore, coinvolgendo particolarmente i suoi allievi e le loro famiglie con la sua modernità ed organizzando iniziative di viaggi e scambi culturali anche all'estero, sempre pervasi di intenso spirito di fede.
Padre Petti apparteneva alla famiglia di noti industriali del mobile. "Persona molto affabile, arguta e generosa, dalla vivida intelligenza, dalla profonda conoscenza ed attenzione verso le problematiche sociali, sempre al passo con i tempi ed aggiornata, avida di letture di ogni genere, di vasta cultura e notevolissima arte oratoria. Era apprezzato e richiesto dai fedeli di ogni età e per ogni genere di celebrazione liturgica", racconta chi lo conosceva bene.
Negli ultimi anni si era ritirato, pur lucidissimo, nella sua Nocera Superiore e viveva presso il Convento S.Maria degli Angeli.

17-04-2020 22:45:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA