MARTEDÌ 30 NOVEMBRE 2021




Il caso

Meningite fulminante, muore al Cardarelli uomo di 36 anni

Stazionarie le condizioni del bimbo di Caserta, De Luca: "No a psicosi"

di Redazione
Meningite fulminante, muore al Cardarelli uomo di 36 anni

Stava malissimo quando è arrivato in ospedale. Un uomo di 36 anni è morto a causa della meningite la notte scorsa nel pronto soccorso dell'ospedale Cardarelli di Napoli. Lo si apprende dal direttore generale Ciro Verdoliva il quale fa sapere che l'uomo è giunto in pronto soccorso ''in stato di coma e in imminente pericolo di vita'. Verdoliva sottolinea che sono state attivate, come da protocollo, tutte le profilassi necessarie. ''Non esiste nel Cardarelli alcuna emergenza a seguito di questo caso'' ribadisce per non alimentare ''una psicosi ingiustificata''.  Intanto lotta sempre per la vita il bimbo di quattro anni e mezzo di Caserta, ricoverato da due giorni nel reparto di rianimazione del Cotugno. Secondo i medici la situazione è stazionaria. Sull'allarme meningite si è espresso il governatore De Luca. "Non è un segnale di nulla di particolarmente grave e preoccupante, è un episodio fisiologico, seppure drammatico e che ci addolora". Lo ha detto il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, commentando la morte avvenuta al Cardarelli di Napoli.
De Luca ha spiegato che sulla meningite c'è "estrema attenzione da parte della Regione". "Il paziente - ha detto il governatore - è arrivato in ospedale in condizioni critiche.
Ricordo a tutti che abbiamo grande attenzione al fenomeno ma no a drammatizzazioni del problema o a psicosi". 

18-01-2017 12:11:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA