MERCOLEDÌ 08 APRILE 2020
Caso Concordia

Meta aspetta il verdetto sul capitano, Schettino non si vede in paese da due giorni

Casa assediata dai giornalisti, la famiglia: "Non può parlare"

di Redazione
Meta aspetta il verdetto sul capitano, Schettino non si vede in paese da due giorni

Giornalisti in attesa a Meta di Sorrento, davanti casa del comandante Francesco Schettino in vista della decisione della Cassazione. Se tra oggi e domani arrivasse la conferma della sentenza di condanna a sedici anni, per l’ufficiale di Meta si aprirebbero le porte del carcere.
Al momento, tra i vicini, nessuno lo ha visto. Anzi, i gestori del bar Antonietta, che si trova proprio sotto l'abitazione, parlando con i giornalisti dicono che Schettino sarebbe andato via dalla residenza di via Angelo Cosenza, almeno due giorni fa.
Al momento non è chiaro se il comandante della Concordia sia presente o meno nell'abitazione. "Il comandante la mattina, prima di fare la sua solita passeggiata con il suo cane, si ferma da noi per prendere un caffè. Sono almeno due giorni che non lo vediamo", riferiscono i gestori del bar.
Qualche movimento si è registrato quando una persona si è sporta tra il balcone e la camera di una stanza che dà sulla strada ma secondo alcuni presenti si è trattato del fratello Salvatore. Qualcuno ha citofonato chiedendo di Francesco Schettino: ''No, non può parlare'', è stata la risposta. Poi, si è sentito che chi ha risposto si è rivolto ad un'altra persona dicendo: "era una giornalista che voleva parlare". Intanto una docente pensionata della zona che abita vicino a Schettino dice di averlo visto ultimamente più taciturno. 

12-05-2017 13:06:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA