GIOVEDÌ 18 AGOSTO 2022




Il fatto

Morì di parto con i suoi gemellini nell'ospedale di Scafati, una condanna e quattro assoluzioni

Un anno e sei mesi a Vincenzo Centore, per gli altri quatto medici il fatto non sussiste

di Redazione
Morì di parto con i suoi gemellini nell'ospedale di Scafati, una condanna e quattro assoluzioni

Morta a venticinque anni con i gemellini che aspettava. Dopo sette anni una condanna e quattro assoluzioni. Per la morte di Maria Rosaria Ferraioli, la 25enne mamma di Angri deceduta il 24 aprile 2011, all’ospedale di Scafati, insieme ai due gemellini, l'unico colpevole è il  ginecologo. Il giudice ha condannato ad 1 anno e 6 mesi di reclusione Vincenzo Centore, il ginecologo dell’ospedale per la morte dei gemellini e non per quella della giovane mamma. 
Il resto dei medici imputati, Michele Mastrocinque, Michele Piscopo, Raffaele Molaro e Attilio Sebastiano, sono stati assolti perché il fatto non sussiste. Non sarebbero responsabili né della morte della donna, per il quale è stato assolto anche il ginecologo condannato, né per quella dei suoi due figli. Secondo la formula di assoluzione, il loro operato sarebbe stato corretto, ma per meglio comprendere le motivazioni del giudice toccherà attendere novanta giorni. La procura, nella sua requisitoria di maggio, aveva chiesto una condanna per tutti i medici.


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

16-11-2018 12:34:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA