GIOVEDÌ 18 AGOSTO 2022




Il fatto

Morti nel crollo delle loro case, Torre Annunziata ricorda le otto vittime

Cerimonia a tre anni dalla tragedia di Rampa Nunziante

di Redazione
Morti nel crollo delle loro case, Torre Annunziata ricorda le otto vittime

Uno striscione con i loro volti per non chiudere una pagina ancora aperta e dolorosa per Torre Annunziata. "Pretendiamo che la legge non sia clemente. Quel maledetto giorno lo abbiamo scritto nel cuore e nella mente" scrivono i promotori. "Due passi in avanti verso la giustizia” chiede don Ciro Cozzolino nel giorno del ricordo delle otto vittime morte nel crollo di un palazzo, sepolte sotto le macerie mentre dormivano. È stata la giornata del ricordo quella di ieri del crollo di Rampa Nunziante. Dopo tre anni dalla tragedia che ha distrutto intere famiglie non è mancata la commozione davanti alla chiesa della Trinità, dove si è tenuta la messa celebrata da don Ciro e da don Antonio Carbone. Il corteo, in forma estremamente ridotta per le norme anti contagio imposte dal Covid, ha raggiunto il palazzo della tragedia, dove Giovanni Taranto, presidente dell'Osservatorio per la Legalità, ha posato una corona di fiore. Seguito da parenti e amici che hanno voluto rendere omaggio ai morti di un disastro sulle cui responsabilità è in corso un processo al Tribunale di Torre Annunziata. Sono stati fatti anche volare dei palloncini sui quali erano scriti i nomi della famiglia Guida, composta oltre che da Pasquale, anche dalla moglie Anna Duraccio e dai figli Francesca e Salvatore.
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

08-07-2020 08:45:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA