MARTEDÌ 30 NOVEMBRE 2021




Il caso

Morto dopo quattro ore di attesa, la denuncia del padre di Antonio: "Mio figlio è stato ammazzato"

Il racconto del papà del giovane di Torre del Greco: "Litigavano mentre lui moriva". Il ministro manda ispezione al Loreto Mare

di Redazione
Morto dopo quattro ore di attesa, la denuncia del padre di Antonio:

''Mio figlio è stato ammazzato. Mentre lui moriva, al pronto soccorso litigavano per decidere chi dovesse salire sull'ambulanza che doveva portare Antonio a fare una angiotac. Vogliamo la verità: chi ha ucciso un ragazzo di 23 anni deve pagare''. E’ stravolto dal dolore il papà di Antonio morto dopo avere aspettato quattro ore per fare una tac. Ma mentre il ministro della salute manda gli ispettori all’ospedale Loreto Mare il padre del ragazzo di Torre del Greco chiede giustizia. Raffaele Scafuri racconta la sua odissea cominciata quando Antonio è vittima di un incidente stradale a Ercolano il giorno dopo Ferragosto. Dopo quattro ore di attesa in codice rosso, nell'ospedale Loreto Mare dove era arrivato a causa delle gravi ferite riportate in un incidente stradale il ragazzo non ce l’ha fatta. “Ci fu consentito di vedere nostro figlio dopo le 15 quando già era deceduto. Era freddo, segno che era morto da tempo. Pretendiamo la verità'' svela Raffaele parlando di quelle terribili ore di angoscia e false speranze. Non riesce a darsi pace su quanto accaduto a suo figlio: ''Siamo arrivati al Loreto Mare attorno alle 21.30 e siamo stati subito assistiti. Poi mio figlio è stato posto su un lettino in attesa di effettuare l'esame utile a comprendere se vi fossero problemi ai vasi sanguigni''.
''Su questo lettino è rimasto per ore, saranno state le 4 quando ho alzato la voce e solo allora medici e infermieri si sono messi d'accordo, dopo che li avevamo visti anche litigare. Intanto Antonio moriva'' aggiunge l'uomo. 
L'uomo ricorda che, dopo l'angiotac, il figlio ''era stato portato in Rianimazione a causa delle tante fratture''. Poi, insieme con la moglie, non ha più visto in vita il figlio: ''Ci avevano assicurato che avremmo visto Antonio verso le 13 e che gli esiti degli esami erano favorevoli. Poi abbiamo saputo che il ragazzo era stato colto da tre infarti. Adesso pretendiamo la verità''. Il ministro Lorenzin, ha disposto l'invio della task force per accertare quanto accaduto a Napoli all'ospedale Loreto Mare dove un giovane ricoverato in codice rosso in pronto soccorso è deceduto dopo aver atteso per ore il trasferimento ad altra struttura.
Lo annuncia una nota del ministero della Salute, precisando che della task force fanno parte esperti dell'Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali), Carabinieri del Nas e ispettori del Ministero della Salute. Intanto a Torre del Greco in tanti in queste ore di lutto scrivono sulla bacheca Fb di Antonio ancora increduli per la tragedia che ha colpito il ragazzo e la sua famiglia.  

20-08-2017 14:50:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA