SABATO 29 GENNAIO 2022




calcio

Napoli ... e allora si!!!

Spettacolo nella notte del San Paolo.

di Luca Cimmino
Napoli ... e allora si!!!

E allora si!!! Finalmente il gioco di Sarri produce risultati. La simbiosi gioco risultato sembra essere tornata, una simbiosi che ha prodotto 7 punti in 3 partite ed è utile a dare fiducia ad un ambiente ormai rassegnato dall'essere bello ma inconcludente e che porta il Napoli ad un solo punto dall'obiettivo secondo posto seppure con una partita in più giocata, utile a mettere pressione alle contendenti.

La mancanza di fortuna, prima artefice del periodo no del Napoli, sembra ormai posare il suo sguardo benevolo sulle maglie azzurre (o meglio dire bianche per motivi di sponsorizzazione) ma il dato è importante. Due goal in avvio fuliminanti alle prime due occasioni utili, mandano ko un Inter che, a dispetto del risultato nel primo tempo, non è mai doma e c'è bisogno del miglior Reina della stagione per non rivedere i fantasmi delle ultime gare, dove ogni errore veniva pagato a caro prezzo. Zielinski prima ed Hamsik poi, mettono la gara in discesa. Gara che viene chiusa da Insigne al suo quarto goal in 3 partite nel secondo tempo, il resto è accademia pura e gestione del risultato.

La partita perfetta non soltanto sotto l'aspetto del gioco e del risultato, ma anche per il minutaggio di alcuni elementi chiave come Mertens fermo per squalifica e di calciatori come Hamsik ed Insigne che sono stati sostituiti preservandoli per la vitale partita di Lisbona contro il Benfica.

Una partita da dentro o fuori che non concede appello. Il Napoli, rinfrancato da una mini serie di ottimi risultati, ha il dovere di strappare almeno un punto in terra lusitana così da affrontare con serenità il periodo che porta alla sosta natalizia, così da poter spendere in fase di mercato di riparazione grazie agli introiti europei e così da regalare ai tifosi un Natale da Champions con la consapevolezza di essere tra le prime 16 d'Europa ed ancora in corsa in una Serie A in cui nessuno sembra sul serio ammazzare il campionato.

Il dato significativo sono i soli 3 punti in meno rispetto alla scorsa stagione, considerata la cessione di Higuain e la contemporanea assenza di chi doveva sostituirlo.

Gabbiadini può essere l'arma in più, come il ritrovato Albiol (quando lui è in campo il Napoli non subisce goal) per non parlare della meglio gioventù a centrocampo, dove finalmente è stato tenuto il battesimo di Rog osannato dal San Paolo.

Sarri ha a disposizione una faretra di frecce unica nel suo genere, l'arco resta nelle sue mani, ed in Portogallo incoccare quella giusta per tirare giù l'aquila resta la priorità.

03-12-2016 09:52:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA