SABATO 23 OTTOBRE 2021




il fatto

Napoli, barricate dei ristoratori contro l'ordinanza di De Luca

Traffico in tilt, manifestanti chiedono revoca 'zona arancione'

di Redazione
Napoli, barricate dei ristoratori contro l'ordinanza di De Luca

I ristoratori non ci stanno. Hanno investito soldi per approvvigionarsi in vista dell'apertura di domani, merce deperibile e ora sono costretti a non poter aprire le loro attività vista l'ordinanza firmata dal Presidente De LUca.
Sono ormai più di quattro ore che protesta di ristoratori e pizzaioli sul lungomare di Napoli, con un sit-in e fasi di blocco stradale che hanno avuto per tutto il pomeriggio pesanti ripercussioni sul traffico.
I manifestanti sono scesi in piazza dopo l'annuncio del governatore De Luca di una proroga, in Campania, dell'attuale zona arancione: ieri la regione era stata 'promossa' in zona gialla, quindi gli operatori del food si erano preparati a riprendere da domani il servizio in sala per il pranzo, fino all'entrata in vigore delle restrizioni nazionali per le feste.
Poi la doccia fredda con l'annuncio del governatore e la protesta, che è partita dai ristoratori del lungomare cui si sono uniti nel pomeriggio anche operatori di altre zone della città.
Sul posto, carabinieri e polizia.
Il sit-in dovrebbe concludersi nelle prossime ore, ma non si escludono nuove manifestazioni domani mentre le associazioni di categoria si appellano al prefetto di Napoli per una revoca dell'ordinanza regionale. 

 

19-12-2020 20:52:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA