VENERDÌ 22 OTTOBRE 2021




Il caso

Napoli e il suo vescovo piangono Samuele: 'Addio piccolo principe'

Centinaia di persone al funerale del bimbo precipitato dal balcone

di Redazione
Napoli e il suo vescovo piangono Samuele: 'Addio piccolo principe'

Napoli piange Samuele. Nel giorno dei funerali del bimbo di 4 anni centinaia di persone si ritrovano nella chiesa del suo quartiere. "Chi perde i genitori è orfano, chi il coniuge è vedovo ma non c'è parola per definire un genitore che perde un figlio". E' quanto ha detto l'arcivescovo di Napoli, don Mimmo Battaglia, nel corso dell'omelia pronunciata ai funerali del piccolo Samuele, morto dopo una caduta dal terzo piano della sua abitazione. Per la morte del piccolo un uomo, Mariano Cannio, collaboratore domestico della famiglia, è stato arrestato. Battaglia, con la voce rotta e il voto solcato dalle lacrime, ha letto una "lettera a Samuele", definito più più volte "caro dolce, piccolo principe". Centinaia di palloncini bianchi sono stati lanciati all'uscita del feretro del piccolo Samuele. Poi il corteo funebre ha percorso le vie del quartiere fino ad arrivare dinanzi al palazzo dove il piccolo abitava con la famiglia. Ed anche qui sono stati lanciati dei palloncini bianchi. Momenti di tensione si sono registrati dinanzi alla chiesa quando un agente della polizia .- presente per il servizio d'ordine - scambiato per un giornalista, ha preso una telecamera da una borsa. Alcune persone hanno lasciato capire di non gradire la presenza di video operatori. 

22-09-2021 19:50:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA