DOMENICA 23 GENNAIO 2022




Serie A

Napoli Juventus partita ad alto rischio, 800 agenti in strada

Patto dello spogliatoio: vincere domenica e fiches sulla Europa League

di Redazione
Napoli Juventus partita ad alto rischio, 800 agenti in strada

Si avvicina Napoli-Juventus e cresce come  sempre l'attesa per la gara di domenica sera  tra i tifosi azzurri, visto che quella contro i bianconeri è sempre la partita dell'anno, indipendentemente dalla posizione di classifica della due squadre e dal fatto che ci sia ancora in ballo o meno la lotta per lo scudetto.
La febbre aumenta e si fanno sempre più evidenti, al contempo, i pericoli per l'ordine pubblico che la gara porta con sè, soprattutto dopo la decisione del Casms di concedere l'accesso allo stadio ai tifosi bianconeri.
Il provvedimento adottato dall'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive è stato contestato dalla tifoseria azzurra che invoca una disparità di trattamento con la gara d'andata, quando ai sostenitori del Napoli non fu consentito l'accesso allo Juventus Stadium, con l'aggravante che domenica sera i tifosi partenopei non residenti in Campania non potranno essere presenti al San Paolo.

Nel settore riservato agli ospiti è prevista la presenza di mille supporter bianconeri, mentre complessivamente il San Paolo sarà riempito da oltre 50 mila persone.
Insomma le condizioni perché prima, durante e dopo la partita si possano creare problemi per l'ordine pubblico ci sono tutte e le Forze dell'Ordine sono corse ai ripari, mettendo a punto un piano per la sicurezza che prevede l'utilizzazione di 800 uomini, proprio come avviene per le partite considerate ad alto rischio per l'ordine pubblico.

Di Napoli-Juventus e più in generale del momento della squadra azzurra ha parlato oggi Simone Verdi durante un incontro con gli studenti nell'Università di Salerno. ''Domenica - ha detto l'attaccante azzurro - ci aspetta una partita importantissima, dobbiamo cercare di vincerla assolutamente per accorciare le distanze dalla Juventus. Il campionato sicuramente non è ancora chiuso, vincere domenica potrebbe riaprirlo.
È un po' nelle nostre mani ma dobbiamo sperare anche che loro facciano qualche passo falso perché i punti di distanza ora sono tanti'', per Verdi il campionato non è ancora finito e per lo scudetto il Napoli può ancora dire la sua; ma è evidente che il giocatore ritenga l'impegno dell'Europa League altrettanto difficile e importante. ''L'Europa League - ha concluso Verdi - è sicuramente un obiettivo della società e nostro, dobbiamo cercare di arrivare in fondo perché quest'anno uno degli obiettivi era di cercare di portare a casa un titolo.

27-02-2019 20:58:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA