DOMENICA 17 OTTOBRE 2021




Il fatto

Nel vesuviano otto aziende fuori legge, rifiuti illegali e lavoratori a nero: scattano i sequestri

Scoperta anche una discarica abusiva a Cercola

di Redazione
Nel vesuviano otto aziende fuori legge, rifiuti illegali e lavoratori a nero: scattano i sequestri

Aziende fuorilegge nel vesuviano. Scoperte fabbriche di abbigliamento che sversavano illegalmente i rifiuti e con dipendenti a nero. A Cercola individuata una discarica abusiva, utilizzata da diverse aziende operanti nel settore, in cui erano state fatte confluire ed ammassate centinaia di tonnellate di indumenti usati, nonché scarti tessili e di abbigliamento. Scoperta anche una illecita attività di gestione di rifiuti speciali non pericolosi derivanti dall’industria tessile, con il conseguente sequestro, oltre che di 2 complessi aziendali, di circa 200 tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi a Casalnuovo.
Dopo ulteriori indagini si sono scoperte altre 12 aziende operanti nel medesimo settore economico, realizzazione di vestiti e costumi, che oltre a 26 dipendenti in nero, privi di qualsiasi inquadramento contrattuale e contributivo, smaltivano senza alcuna autorizzazione vestiti stipati in buste di plastica e buttati insieme ai rifiuti derivanti dalle operazioni di cernita e taglio. Nelle aziende, poi, mancavano locali e macchinari idonei a consentire l’igienizzazione degli indumenti ed il titolare dell’attività non è stato in grado di esibire la certificazione relativa all’avvenuto trattamento di sanificazione, né tanto meno la documentazione fiscale concernente l’acquisto degli abiti usati. In altri casi ancora, le imprese, benché dotate delle previste autorizzazioni, stoccavano quantità di rifiuti di gran lunga superiori a quelle consentite dalle autorizzazioni.

 

05-06-2019 11:11:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA