VENERDÌ 22 OTTOBRE 2021




Il fatto

Neonato ustionato fuori pericolo, genitori restano in cella

Accertamenti sulla natura delle ferite

di Redazione
Neonato ustionato fuori pericolo, genitori restano in cella

Il neonato sta meglio e respira da solo. I suoi genitori restano in cella per quelle ustioni che hanno rischiato di ucciderlo. Cominciate anche le pratiche di adozione per il bimbo nato in casa a Portici. Restano in carcere Concetto Bocchetti, 46 anni, e Alessandra Terracciano, 36 anni, i genitori del neonato ricoverato 4 giorni dopo la nascita nell'ospedale Santobono di Napoli, per ustioni gravissime riscontrate su diverse parti del suo corpo.

Il Tribunale del Riesame (decima sezione), infatti, ha respinto le istanze dei legali degli indagati, rispettivamente difesi dagli avvocati Fabio Della Corte e Giulia Esposito, per Bocchetti (recluso a Poggioreale), e Fabio Martullo, per la Terracciano (reclusa a Pozzuoli).

Entrambi furono arrestati dai carabinieri, nelle prime ore dello scorso 17 marzo, con l'accusa di abbandono di minori e maltrattamenti con lesioni gravissime. Circa la natura delle ferite riscontrate sul neonato, che da qualche giorno sta meglio e respira autonomamente, la Procura ha disposto degli accertamenti: i consulenti, nei prossimi giorni, depositeranno agli inquirenti i risultati delle consulenze

07-04-2021 15:44:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA