MARTEDÌ 25 GENNAIO 2022




Il caso

Notte choc per Insigne, rapinato e beffato, gli punta una pistola al volto: "Dedicami un gol a Firenze"

Il calciatore del Napoli aggredito con la moglie all'uscita di un ristorante

di Saverio Casalbordino
Notte choc per Insigne, rapinato e beffato, gli punta una pistola al volto:

 

Sabato da dimenticare per Lorenzo Insigne vittima al Vomero di una rapina a mano armata. E al danno si è unita anche la beffa visto che il suo aggressore prima di fuggire gli avrebbe anche chiesto di dedicargli un gol. Secondo le prime informazioni il giocatore aveva da poco lasciato un ristorante nella zona napoletana e si trovava con moglie ed alcuni amici. Sarebbe poi stato avvinato da una moto con due uomini a bordo che puntando la pistola al volto dell’attaccante avrebbero costretto lui e gli altri componenti dell’auto a consegnare contanti e gioielli in loro possesso.

Tanto spavento per l’attaccante ma fortunatamente nessuna conseguenza fisica. Per fortuna non erano presenti bambini in auto.

La conferma arriva dal procuratore del folletto napoletano che a Radio Kiss Kiss ha rivelato l’accaduto “Tutto vero: ieri intorno alle 22.30 Lorenzo ha subito una rapina in zona Vomero. Tanto spavento, tanta paura. Lorenzo è rimasto colpito e shockato: con lui in macchina c'era la moglie ma per fortuna non i figli. Lorenzo ha denunciato il tutto alle autorità competenti e alle forze dell'ordine. È stata un'esperienza negativa. Lorenzo sarà a Castelvolturno per la rifinitura di questa mattina. Con il calcio e l'aiuto dei compagni supererà tutto”

Addirittura sembrerebbe che il malvivente prima di dileguarsi abbia chiesto ad Insigne di dedicargli un gol nella partita contro la Fiorentina.

Nella mattinata di oggi la moglie sporgerà denuncia mentre il giocatore sarà regolarmente a Castelvolturno per preparare la partita di domani a Firenze.

Non è il primo episodio che colpisce un giocatore del Napoli, in passato Zuniga, Hamsik, Behrami e la moglie di Cavani avevano subito rapine alla stessa maniera.

28-02-2016 17:32:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA