MERCOLEDÌ 03 GIUGNO 2020
L'inchiesta

Novantenne uccisa in casa, trovata imbavagliata e con i polsi legati

Gli inquirenti seguono la pista della rapina a Villaricca

di Redazione
Novantenne uccisa in casa, trovata imbavagliata e con i polsi legati

Sola in casa, con i polsi legati alla sedia e un bavaglio che le impediva di urlare per chiedere aiuto. E’ stata trovata così una donna di novant’anni, morta in casa sua in corso Europa a Villaricca. La vittima era stata imbavagliata e aveva i polsi legati, dunque i carabinieri seguono come prima pista d’indagine quella della rapina. Un terribile delitto di cui ora si cercano i responsabili. A trovare il corpo della donna, in camera da letto, è stato il marito della figlia: stamattina ha telefonato più volte alla suocera che però non rispondeva. A questo punto si è recato nell'abitazione della donna dove ha inutilmente bussato alla porta. Si è quindi spostato sul retro, ha forzato una finestra, che si trova a circa due metri di altezza, ed è entrato in casa.
La suocera era a terra, nella camera da letto: i polsi e le gambe legate con nastro adesivo. Per impedirle di strillare le hanno stretto uno straccio sulla bocca, sempre usando il nastro adesivo.
Sull'accaduto stanno indagando i militari di Giugliano in Campania e del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna. Il genero ha trovato il cadavere della suocera intorno alle 12.45.
Subito dopo ha subito lanciato l'allarme chiamando i carabinieri. 

02-11-2016 13:42:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA