MERCOLEDÌ 01 DICEMBRE 2021




Il fatto

Operaio di Gragnano trovato in un fossato, la Cgil: 'Basta morti'

Gigi Manfuso, 59 anni, lavorava in un cantiere della Metro

di Redazione
Operaio di Gragnano trovato in un fossato, la Cgil: 'Basta morti'

Non arrivava a mensa. I colleghi sono andati a cercarlo e l'hanno trovato in un fossato privo di coscienza. Poi la corsa in ospedale dove Gigi Manfuso è morto. L'incidente sul lavoro, in cui ha perso la vita, operaio di Gragnano è avvenuto in un cantiere della Metropolitana. La denuncia arriva dalla CGIL. Aveva 59 anni e viveva a Casola con la moglie e due figli e nipotini. "Di fronte all'ennesima morte sul lavoro - afferma Passaro - si solleveranno sempre le solite grida di indignazione e di denuncia. Le stesse che ascoltiamo ad ogni infortunio mortale, ormai una media di tre al giorno. Indignazione necessaria e ampiamente motivata, ma non sufficiente. È invece urgente intervenire sulle cause che stanno alla base di questi tragici infortuni".

"Fuori da ogni scrupolo, è bene - secondo Passaro - non sottovalutare la propensione delle imprese a ridurre i costi, a risparmiare sulla sicurezza, a spingere fino ai limiti irraggiungibili i ritmi di lavoro". "La sempre maggiore ricattabilità della forza lavoro, assieme alle responsabilità delle imprese nel ridurre i costi per la sicurezza - conclude Passaro - stanno alla base di questa micidiale impennata di infortuni mortali".

08-09-2021 13:10:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA