GIOVEDÌ 23 SETTEMBRE 2021




Emergenza coronavirus

Ottaviano, pasticceria apre per vendere zeppole di San Giuseppe: cinque denunciati

Nel bar anche clienti, tutti in quarantena

di Redazione
Ottaviano, pasticceria apre per vendere zeppole di San Giuseppe: cinque denunciati

Pasticceria apre per vendere le zeppole di San Giuseppe a Ottaviano. Ma ai proprietari la violazione delle norme anti contagio da coronavirus costa cara. Denunciati in cinque. Stamattina gli agenti del commissariato di San Giuseppe Vesuviano, durante il servizio di controllo del territorio, finalizzato anche a garantire il rispetto delle misure urgenti per la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, hanno notato in via Pappalardo a Ottaviano un bar-pasticceria aperto e alcune persone al suo interno. I poliziotti hanno controllato l’esercizio commerciale scoprendo che due pasticcieri stavano preparando le “zeppole di san Giuseppe”, molte delle quali già in forno ed altre in procinto di essere farcite. Oltre ai pasticcieri e al proprietario del bar, che hanno tentato di giustificarsi sostenendo che la produzione delle “zeppole” era per “uso personale”, erano altresì presenti due persone che hanno dichiarato di essersi fermate a “salutare” i titolari. L’esercizio commerciale è stato sottoposto a sequestro e i cinque sono stati denunciati per inottemperanza alle prescrizioni del D.P.C.M. 9 marzo 2020 recante misure urgenti per il contenimento della diffusione del COVID-19, i titolari anche per inosservanza al D.L. 14 del 09 marzo 2020.

19-03-2020 19:11:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA