GIOVEDÌ 27 GENNAIO 2022




L'intervista

"Ouali si sentiva al sicuro in Italia", il questore di Salerno impegnato su indagini coperte dal segreto istruttorio

Anzalone: "Non pensava avremmo incrociato le banche dati internazionali"

di Redazione

"Ma quali complici? E complici per quali reato? Ouali non ha commesso reati in Italia, non ho complici da ricercare. Gli viene contestata una situazione avvenuta tra Belgio e Francia. Io di quest'indagine conosco solo quello che c'è nel provvedimento emesso dall'autorità giudiziaria del Belgio. Tutto il resto non lo conosco. E dal punto di vista investigativo m'interessano di più altre cose".
Lo afferma al Mattino, Alfredo Anzalone, questore di Salerno, sull'arresto dell'algerino Djamal Eddine Ouali.
"Quello che mi interessa - precisa - è coperto dal segreto istruttorio". Tuttavia sull'algerino in Italia dai primi di gennaio, Anzalone dice che era a Salerno "di sicuro dal momento in cui ha presentato la documentazione all'ufficio per l'immigrazione".
Ouali ha presentato la domanda per il permesso di soggiorno temporaneo con il suo nome: "Non aveva passaporto, ha presentato la domanda con la fotocopia di una dichiarazione d'identità. Ma no, non sono così sicuro che lui sapesse di essere ricercato. O forse non immaginava che saremmo riusciti a risalire alla sua identità verificando le banche dati internazionali".
Sul perché Ouali ha scelto Salerno, Anzalone aggiunge: "Non è un segreto che fosse sposato, viveva qui con la moglie incinta".
Per il questore tuttavia non esiste un'emergenza Salerno. "No - afferma - Salerno è una delle tante città d'Italia in cui non mi sento di escludere qualsiasi rischio, ma non c'è alcuna emergenza. Dalla nostra attività, dai nostri controlli e dalla presenza nostra e dell'Arma dei carabinieri non sono mai emerse situazioni particolari".
Nessuna rete di protezione per i terroristi? "Assolutamente no. Ma, come dice il ministro Alfano, il rischio zero non esiste. E noi faremo tutti i controlli necessari per fare chiarezza anche su questo caso".

29-03-2016 15:14:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA