SABATO 04 DICEMBRE 2021




Il caso

Pestato durante una partita della parrocchia, giocatore in ospedale con un trauma cranico

Inchiesta dei carabinieri sul raid avvenuto a Pimonte, la moglie della vittima: 'Violenti portano il paese nel degrado'

di Redazione
Pestato durante una partita della parrocchia, giocatore in ospedale con un trauma cranico

Finisce in ospedale con un trauma cranico. Pestato per una lite durante una partita di calcio della parrocchia. Il raid è avvenuto nella tarda serata di lunedì in un campetto di Pimonte. Ad avere la peggio un 35enne del piccolo comune dei Monti Lattari, colpito violentemente dai giocatori della squadra avversaria dopo uno scontro con un calciatore in campo. Adesso è ricoverato al San Leonardo di Castellammare con una prognosi di due settimane. La violenza durante un torneo di beneficenza organizzato dalla parrocchia, per creare aggregazione e momenti di unione dopo le restrizioni per la pandemia. L'episodio ora è al vaglio degli inquirenti. Dopo la denuncia presentata dalla vittima del pestaggio, indagano i carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia, che sono al lavoro per ricostruire la vicenda e identificare i colpevoli. 
Secondo le testimonianze dei tanti presenti, durante la gara tra Napoli e Sassuolo del «Campionato serie A Pimonte» è avvenuta l'aggressione. Lascia a terra priva di conoscenza la vittima, assalita con calci e pugni dal branco. In tanti sono entrati in campo per provare a fermare la furia di almeno sei calciatori amatoriali. Una violenza immotivata e cieca, che solo per un caso non si è trasformata in tragedia. 

Oltre che alle forze dell'ordine la denuncia è avvenuta anche via social. Scrive la moglie della vittima: "A Pimonte vivono alcuni violenti che portano il paese nel degrado totale, ma l'episodio non dovrà passare inosservato. Sei ragazzi pimontesi hanno aggredito un padre di famiglia durante un torneo della chiesa. E purtroppo non sono casi isolati a Pimonte".

17-11-2021 09:05:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA