SABATO 22 GENNAIO 2022




L'iniziativa

Piano casa, Campania Libera chiede una proroga: "Castellammare rientrata in ritardo"

Il termine per le agevolazioni è fine anno, appello alla Regione: "La nostra città non ha avuto il tempo di beneficiarne"

di Redazione
Piano casa, Campania Libera chiede una proroga:

Una proroga dalla Regione per le agevolazioni del Piano Casa. Castellammare è entrata nella partita del provvedimento in ritardo, per questo il gruppo di Campania Libera chiede uno slittamento dei termini. Si legge in una nota del movimento: "Nei prossimi giorni ed in particolare a fine anno scadranno i termini per la presentazione delle istanze per l’ottenimento delle agevolazioni edilizie previste dalla legge sul Piano Casa in Campania di cui alla L.R. n.19/2009 e s.m.i. Considerato che tale piano casa è risultato di fatto applicabile nel nostro territorio cittadino soltanto dopo la disposizione dirigenziale del 20/01/2015, e che la maggior parte delle pratiche di condono edilizio di cui alla L.47/85 e L.724/94, per le quali una volta rilasciata la concessione in sanatoria si potrebbero richiedere le agevolazioni previste dal piano casa, risultano ancora non definite, ne discende che la nostra città non ha ancora potuto beneficiare a pieno delle agevolazioni previste dalla legge sul piano casa in Campania. Noi di Campania Libera ci stiamo impegnando affinchè la Regione adotti entro fine anno una proroga dei termini per la presentazione delle istanze di piano casa, così come hanno già fatto molte altre Regioni, rendendolo se possibile strutturale ovvero a tempo indeterminato. Tale proroga consentirà ai cittadini stabiesi, ivi compresi quelli che a causa delle lungaggini burocratiche non hanno ancora definito le pratiche di condono edilizio, di poter continuare ad usufruire delle agevolazioni previste dal piano casa una volta ottenuto il permesso in sanatoria, rilanciando l’attività edilizia e riqualificando il patrimonio immobiliare esistente con l’adozione di criteri di costruzione ecosostenibili ed antisismici, contrastando così anche la crisi economica e tutelando i livelli occupazionali.

13-12-2017 17:39:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA