MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2020




L'inchiesta

Pizzo di Ferragosto per i carcerati del clan: arrestati padre e figlio con un complice

Ordinanza di custodia cautelare per Aniello Cirillo, 43 anni, il figlio Angelo di 22 e Valerio Varone di 39. Tutti di Pompei

di Redazione
Pizzo di Ferragosto per i carcerati del clan: arrestati padre e figlio con un complice

Padre e figlio riscuotevano i soldi per conto del clan. Una richiesta di pizzo che durante le feste diventava più alta. Lo scorso agosto erano stati sorpresi mentre chiedevano ad un imprenditore 3.000 euro quale "regalo per i carcerati" in occasione del Ferragosto. Ora sono stati raggiunti da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere perché accusati in concorso di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.
In manette sono finiti Aniello Cirillo, di 43 anni, il figlio Angelo di 22 e Valerio Varone di 39. Ad eseguire il provvedimento emesso dal gip del tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, sono stati gli agenti del commissariato di polizia di Pompei.
Aniello Cirillo, già sottoposto alla misura della sorveglianza speciale con obbligo nel comune di Pompei, e il figlio Angelo, detenuto agli arresti domiciliari con permesso di assentarsi, sono stati arrestati alle prime luci dell'alba.
Valerio Varone ha invece ricevuto la notifica del provvedimento direttamente in carcere, dove è detenuto da alcuni giorni.
Nel corso dell'attività di notifica, i poliziotti hanno trovato in una cantina in uso ad Aniello Cirillo 13 grammi di cocaina e 7 di hashish. Per questo motivo il quarantatreenne dovrà ora rispondere anche di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

12-09-2017 16:38:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA