DOMENICA 27 NOVEMBRE 2022




il caso

Policastro: parroco trasferito, i cittadini si ribellano alla decisione del Vescovo

Il Sindaco scrive al prelato, mentre parte la raccolta firme

di Red
Policastro: parroco trasferito, i cittadini si ribellano alla decisione del Vescovo

Parte la contestazione nei confroni del Vescovo a Policastro.
Ad accendere la miccia ci aveva pensato qualche giorno prima proprio monsignor Antonio De Luca, 65 anni nativo di Torre del Greco e Vescovo della diocesi di Teggiano-Policastro, con la sua decisione di inviare nelle parrocchie di Santa Marina e Policastro un nuovo sacerdote in sostituzione del 70enne parroco don Antonino Savino che da oltre 10 anni è impegnato sul territorio al servizio dei più deboli, tanto da essere un vero punto di riferimento dell'intera comunità del comune cilentano.
I fedeli non hanno accettato la decisione del Vescovo, e dopo le prime scaramucce con tanto di striscioni di contestazione verso la scelta dell'alto prelato, hanno fatto partere una raccolta firme il 2 giugno per supportare la richiesta anticipata dal Sindaco Giovanni Fortunato, che preso carta e penna ha invanto una missiva in Curia, dove con un accorato appello a nome della comunità, chiedeva che don Antonino non fosse trasferito così da chiudere nel golfo di Policastro l'attività pastorale in attesa del meritato pensionamento.
 


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

01-06-2022 14:15:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA