VENERDÌ 03 FEBBRAIO 2023




Il fatto

Pompei aperta a tutti, visite silenziose con guide per non udenti

Il direttore Osanna: "Importante arricchimento culturale"

di Redazione
Pompei aperta a tutti, visite silenziose con guide per non udenti

Pompei sempre più accessibile e inclusiva. Grazie al protocollo d'intesa stipulato tra il Parco archeologico di Pompei e l'Ente Nazionale Sordi-Sezione Provinciale di Napoli (ENS) sarà possibile per i non udenti avvalersi di un accompagnamento dedicato, per fruire al meglio il sito di Pompei e cogliere appieno le suggestioni e le atmosfere dei luoghi. Operatori specializzati sordi, madrelingua LIS, sono stati appositamente formati dal personale del Parco archeologico al fine di poter strutturare una visita al sito adeguata alle esigenze specifiche dei sordi consentendo di superare un'ulteriore barriera all'accessibilità del nostro patrimonio culturale.
Il direttore generale Massimo Osanna e la presidente Ens di Napoli Elvira Sepe hanno presentato il progetto frutto di questa collaborazione. Subito dopo la presentazione è seguita una breve visita guidata in Lingua dei Segni Italiana dall'ingresso di Piazza Anfiteatro.
Per Osanna, "l'approccio inclusivo al godimento del patrimonio archeologico costituisce un punto di forza e un momento di arricchimento sociale e culturale per tutte le categorie di visitatori". "La mancanza di attenzione, che fino ad oggi c'è stata nei confronti delle persone sorde, non ha dato a noi la possibilità di capire appieno il reale valore del patrimonio artistico-culturale della nostra città e della nostra nazione. Ora grazie anche a questo importante passo fatto dal Parco Archeologico di Pompei sono sicura che sempre più strutture museali intraprenderanno la strada della piena accessibilità per le persone sorde", ha detto il presidente Ens di Napoli.
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

22-11-2018 18:43:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA