SABATO 22 GENNAIO 2022




Il fatto

Pompei, Lo Sapio si presenta ed già scontro con Amitrano: 'Stop ai sindaci sudditi'

Apertura della campagna elettorale, ma resta il nodo PD

di Redazione
Pompei, Lo Sapio si presenta ed già scontro con Amitrano: 'Stop ai sindaci sudditi'

E' subito scontro. Comincia in pressing Carmine Lo Sapio al primo appuntamento da candidato a sindaco. Spiega a chiare lettere perché è stato giusto mandare a casa l'ex sindaco Pietro Amitrano. “Bisogna cambiare tutto. No a sindaci senza un trascorso politico, e ritorno del ruolo della politica come anello di congiunzione con la città. C’è bisogno di autorevolezza e decisione per governare una città come Pompei, non bisogna essere schiavi e sudditi dei proprio dirigenti”. Alza così il sipario sulla sua campagna elettorale. Il segretario del PD attacca l’ex sindaco di Pompei Pietro Amitrano, eletto proprio con il sostegno del suo partito e poi sfiduciato dai Dem. Un nodo ancora non sciolto, visto che a sua volta il PD napoletano non ha affidato il simbolo al suo segretario cittadino, ormai in corsa nella sfida per il governo di Pompei. Un centinaio i presenti all’Hotel Vittoria nel giorno di apertura della sua campagna elettorale. Hanno preso parte all’incontro anche il presidente della Camera di Commercio Ciro Fiola, i referenti locali di Confcommercio e Confesercenti Luigi Longobardi e Gianluca Maghetti, oltre al presidente di Federalberghi Pompei Rosalba Matrone. Tutti decisi a puntare su Lo Sapio per lo scranno più alto di Palazzo De Fusco. Dal canto suo, il segretario cittadino del PD parla già da sindaco: “Sono due i nodi fondamentali sui quali partire per il rilancio economico della città: un adeguato piano parcheggi e un nuovo piano commerciale, fermo ormai da quasi 15 anni. Non ci faremo fermare da eventuali problemi e criticità lungo il percorso. L’importante sarò tornare a confrontarsi con la città, poi punteremo alla riorganizzazione della macchina comunale. Ognuno ritornerà al suo ruolo”.

25-07-2020 09:52:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA