LUNEDÌ 25 OTTOBRE 2021




Il fatto

Pompei, studente tenta di lanciarsi dal balcone: salvato da un carabiniere

In ospedale il trentenne e il militare ferito durante il soccorso

di Redazione
Pompei, studente tenta di lanciarsi dal balcone: salvato da un carabiniere

Afferrato per un braccio prima di volare dal quinto piano. Di notte pensava che nessuno potesse accorgersi del suo tragico piano. Studente universitario di Pompei ha tentato di togliersi la vita lanciandosi dal balcone dell’abitazione in cui vive. Un volo dal quinto piano che sarebbe stato fatale. Ma a sentire rumori e a capire cosa stava accadendo è stato il padre, che ha provato a fargli cambiare idea. Svegliato dalle voci anche un vicino, mentre il trentenne continuava a sporgersi pericolosamente dal balcone. Nel frattempo i parenti del ragazzo e i vicini hanno fatto chiamare il 112 per chiedere l’aiuto di una pattuglia dell’arma. Nell’appartamento, nel giro di pochi minuti, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Pompei. Corsi su per le scale ed entrati in casa, hanno parlato con il 30enne per tentare di tranquillizzarlo, ma l’uomo all’improvviso si è sporto ancora di più oltre la ringhiera del balcone. A quel punto un carabiniere lo ha afferrato per un braccio e lo ha tratto in salvo. Il 30enne ha anche morso e spintonato il militare che è stato medicato in ospedale e ne avrà per 15 giorni poiché ha battuto la testa cadendo. Anche il 30enne è stato trasportato in ospedale e resta ricoverato.

08-06-2019 12:28:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA