MERCOLEDÌ 30 NOVEMBRE 2022




Il fatto

Portici, botte e minacce ai familiari: arrestato trentenne

Urla di aiuto hanno fatto scattare l'allarme

di Redazione
Portici, botte e minacce ai familiari: arrestato trentenne

Urla di aiuto e disperazione in una casa. Botte e minacce per estorcere soldi alla famiglia. Primo maggio violento in un'abitazione a Portici. Ieri pomeriggio gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno arrestato un uomo di 30 anni napoletano, già noto alle forze dell’ordine, perché responsabile del reato di tentata estorsione aggravata e continuata. I poliziotti, durante il normale servizio di controllo del territorio, nei pressi di via Botteghelle a Portici, hanno udito delle urla che provenivano da un’abitazione li vicino e prontamente sono intervenuti. Gli agenti, entrando all’interno dell’appartamento, hanno trovato il 30enne che inveiva contro i propri familiari, chiedendo in modo aggressivo denaro e nel contempo cercava di rubare un telefono cellulare di una parente che si trovava li in quel momento. I poliziotti hanno accertato che l’uomo da tempo estorceva soldi ai propri familiari. Il 30enne è stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Poggioreale.
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

02-05-2019 09:57:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA