VENERDÌ 06 DICEMBRE 2019
L'iniziativa

Portici, una Casa dello spettacolo in un appartamento tolto al clan

Il sindaco Marrone: "Chiederemo la collaborazione dei nostri artisti"

di redazione
Portici, una Casa dello spettacolo in un appartamento tolto al clan
A Portici una Casa dello Spettacolo e della Cultura sorgerà in un appartamento confiscato: l'idea è contenuta in una delibera di giunta approvata su proposta dell'assessorato alla Legalità e alle Politiche giovanili del comune vesuviano.
Il 9 febbraio l'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, ha dato notizia al Comune di Portici della avvenuta definitiva confisca dell'appartamento in via San Cristoforo.
La giunta comunale, guidata dal sindaco Nicola Marrone, ha espresso la volontà di acquisire il bene al patrimonio comunale con una manifestazione d'interesse indicando le finalità per l'utilizzo del bene rivolto al sociale attraverso l'arte.
L'assessore alle Politiche Giovanili, Valentina Maisto sottolinea che ''l'idea è quella di destinare il bene alla cultura e al sociale, un luogo dove volontariamente e gratuitamente associazioni competenti nel settore artistico, con il patrocinio degli artisti porticesi più noti, possano mettere l'arte a servizio del sociale quale strumento di recupero dei ragazzi con disabilità o a rischio di esclusione sociale''.
14-03-2016 15:53:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO