MERCOLEDÌ 19 GENNAIO 2022




la preghiera

Primo Maggio, la preghiera di Papa Francesco nella messa del mattino

Il Pontefice ha ricordato l'importanza del lavoro e della giusta retribuzione, rivolgendo un pensiero anche agli "imprenditori buoni"

di Antonio De Felice
Primo Maggio, la preghiera di Papa Francesco nella messa del mattino

Un Papa stanco e preoccupato che non ha voluto far mancare il suo affetto e la sua vicinanza ai lavoratori e gli impenditori buoni, così è apparso al mondo Francesco nel corso della messa celebrata a Santa Marta in occsasione della festività del Primo Maggio.
"Oggi è la festa di San Giuseppe lavoratore, è la giornata dei lavoratori. Preghiamo per tutti i lavoratori, perché a nessuna persona manchi il lavoro e tutti siano giustamente pagati, possano godere della dignità del lavoro e della bellezza del riposo".
Il Ponfefice ha poi aggiunto "Ogni ingiustizia che si fa su una persona che lavora è calpestare la dignità umana - ha detto Francesco - la digità dell'intera umanità. La dignità del lavoro, è tanto calpestata".
ll lavoro "non è che la continuazione del lavoro di Dio", con il lavoro l'uomo assomiglia a Dio perché è capace di creare, l'uomo è un creatore e questo dà la dignità all'uomo" ha poi sottolineato Papa Francesco. Il problema invece è la "schiavitù" e la mancanza di dignità che c'è anche "qui da noi .
"Preghiamo per coloro che lottano per avere giustizia nel lavoro" e "per gli imprenditori buoni che portano avanti il lavoro con giustizia anche se loro perdono", "che custodiscono i lavoratori come figli".
Il Papa ha concluso auspicando che ci sia "un lavoro degno per tutti, non da schiavo".

01-05-2020 09:39:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA