LUNEDÌ 27 GIUGNO 2022




Castellammare

Pronto soccorso al collasso, il caso San Leonardo in Regione. I Cinquestelle: "Convocati vertici e sindacati"

Il consigliere Cirillo chiede un'audizione sui cento pazienti assistiti da due medici

di Redazione
Pronto soccorso al collasso, il caso San Leonardo in Regione. I Cinquestelle:

Cento pazienti in un’ora, due medici e quattro infermieri presi d’assalto al pronto soccorso. Prima un’inchiesta interna, poi il caso arriva direttamente in Regione. Sulla situazione dell’ospedale San Leonardo al collasso per mancanza di personale, a chiedere un vertice sono i consiglieri regionali del movimento Cinquestelle. Saranno ascoltati sull’episodio di domenica scorsa i manager del San Leonardo, dell’azienda sanitaria e i sindacati. “Ci preoccupa la grave situazione che si è venuta a creare a Castellammare di Stabia. A tal proposito abbiamo depositato una richiesta di audizione dei vertici della struttura sanitaria, le parti sindacali ed i responsabili dell’Asl”. Lo dice il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Luigi Cirillo che ha inviato una dettaglia nota presso la V Commissione permanente Sanità del Consiglio regionale. “Nell’ospedale di Castellammare accade che due medici e quattro infermieri - spiega Cirillo - debbano gestire 100 pazienti, arrivando a dover chiedere l'intervento delle forze dell'ordine per garantire il pubblico servizio”. Un caso su cui già la manager Costantini ha aperto un’inchiesta interna per verificare perché i medici non si siano rivolti all’unità di crisi, ma abbiamo deciso di chiamare i carabinieri per la folla di pazienti che chiedeva di essere assistita. Adesso a chiedere approfondimenti sono i Cinquestelle. “Per queste oggettive ragioni e quindi per i gravi disagi - conclude Cirillo - come Movimento 5 Stelle abbiamo ritenuto opportuno sollecitare l’immediata convocazione dell’audizione sulle problematiche della struttura Ospedaliera San Leonardo di Castellammare”.


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

01-03-2017 19:49:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA