SABATO 27 FEBBRAIO 2021




Il fatto

Raid a Santa Maria la Carità, due rapinatori puntano la pistola contro una donna per rubare un gioiello: arrestati

Incastrati Antonino Russo, 44 anni di Castellammare e Giuseppe Maragas 27 di Torre Annunziata

di Redazione
Raid a Santa Maria la Carità, due rapinatori puntano la pistola contro una donna per rubare un gioiello: arrestati

Una coppia di rapinatori armati entra in casa di una donna per rapinarle la collana. Con una pistola in pugno e il viso coperto da caschi intergrali terrorizzano la vittima e scappano con il gioiello. Il raid a Santa Maria la Carità. Ma il piano va male e i due malviventi finiscono in cella. I carabinieri identificano e arrestano gli autori della rapina e scoprono anche il ricettatore che aveva commissionato il gioiello ai due pregiudicati. I carabinieri della compagnia di Castellammare, agli ordini del maggiore Donato Pontassuglia, hanno arrestato per rapina aggravata in concorso Giuseppe Maragas, 27 anni, di Torre Annunziata e Antonino Russo, 44 anni, di Castellammare, entrambi già noti alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio. I militari dell'arma hanno accertato, anche grazie a immagini prese da sistemi di videosorveglianza, che sono gli autori di una rapina in abitazione perpetrata con armi il 2 ottobre a Santa Maria la Carità quando, travisati con caschi integrali e approfittando di una porta lasciata aperta, avevano fatto irruzione nella casa al pianterreno di una 66enne del posto e, minacciandola con una pistola, le avevano strappato di dosso una collana d'oro per poi darsi alla fuga in sella a uno scooter. Nel corso delle perquisizioni domiciliari a loro carico i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato la pistola verosimilmente usata (una semiautomatica a salve priva di tappo rosso), lo scooter e indumenti e caschi uguali a quelli indossati durante il raid. Trovata e sequestrata anche la somma di 105 euro ritenuta provento della cessione del gioiello a un ricettatore; scoperto anche quest’ultimo, è un 70enne di Castellammare anche lui già noto alle Forze dell'ordine per truffa e ricettazione che è stato denunciato. La collana d’oro della signora è stata ritrovata nella sua disponibilità ed poi riconsegnata alla vittima. Gli arrestati sono stati portati al carcere di Poggioreale.

04-10-2018 08:19:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA