GIOVEDÌ 23 SETTEMBRE 2021




Il fatto

Raid contro turisti, sputi per rubare cellulari: preso ladro di Torre del Greco e il suo complice

Moreno Abbruzzese arrestato a Napoli, ferita una vittima del furto

di Redazione
Raid contro turisti, sputi per rubare cellulari: preso ladro di Torre del Greco e il suo complice

Sputano addosso ai turisti per potere rubare i cellulari. La coppia, un uomo di Torre del Greco e uno straniero, bloccati a Napoli in centro dopo un raid. Gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno arrestato Moreno Abbruzzese 22enne originario di Torre del Greco e un cittadino algerino 44enne per i reati di rapina impropria, lesioni e resistenza a PP.UU. in concorso tra loro. I poliziotti, poco dopo le 13 di ieri, passando in Corso Umberto I, durante un mirato controllo di prevenzione dei reati predatori, hanno intercettato e arrestato i due uomini; un extracomunitario e un italiano che erano stati segnalati quali autori di rapine nei confronti d’ignari turisti, di volta in volta con singolari strategie dapprima distraendo la vittima di turno per poi impossessarsi, con violenza, del bene adocchiato. Gli agenti hanno notato i due che avevano appena puntato una donna intenta a usare il suo cellulare; dopo un cenno d’intesa i due si sono messi all’opera: il 22enne, senza che l’ignara vittima se ne accorgesse, le sputava sulla spalla e contestualmente la toccava sulla spalla indicandole lo sputo per cui la turista distratta si girava verso di lui e mentre osservava la macchia, il 44enne cercava di strappargli il cellulare che aveva tra le mani. La donna reagiva innescando una colluttazione con i due rapinatori. Il 22enne riusciva a impossessarsi del telefonino e unitamente al complice cercavano di dileguarsi a piedi in direzione della stazione centrale. La vittima inseguiva i due unitamente ai poliziotti che avevano assistito alla scena, riuscendo a raggiungerli e a bloccarli dopo una breve ma intensa colluttazione al termine della quale li arrestavano. Durante la fuga il 22enne lanciava il cellullare, appena rapinato sotto un’autovettura, dove poi è stato rinvenuto, recuperato e restituito alla giovane. La donna è stata medicata presso un ospedale cittadino con una prognosi di sette giorni per un trauma contusivo alla spalla e al polso. I due sono stati condotti al carcere di Poggioreale. Da accurati controlli il cittadino extracomunitario annovera diversi precedenti penali, ed è ricercato per l'esecuzione della libertà vigilata e per un provvedimento di espulsione emesso nell’agosto di quest’anno dall'Ufficio Immigrazione di Napoli. Il 22enne risulta avere a suo carico diversi precedenti penali, e attualmente, sottoposto all'obbligo di presentazione alla Polizia, presso la Stazione Carabinieri di Trecase

30-12-2018 14:15:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA