GIOVEDÌ 02 DICEMBRE 2021




Scandalo nel casertano

Ricattano prete con un video hard, il sacerdote li denuncia e la Diocesi lo sospende

Yevheniy Borysyuk e Mario Donadio volevano ventimila euro per restare zitti

di Redazione
Ricattano prete con un video hard, il sacerdote li denuncia e la Diocesi lo sospende

Ricattano il parroco con un video hard, ma lui non cede e li denuncia. I registi dell’estorsione vengono arrestati e il prete sospeso. La Diocesi di Aversa ha sospeso temporaneamente dalla funzione don Crescenzo Abbate il parroco di un comune casertano, Succivo, dopo la denuncia presentata da quest'ultimo ai carabinieri per estorsione. Denuncia che ha portato all'arresto di due giovani, Yevheniy Borysyuk di 20 anni e Mario Donadio, 22, entrambi residenti a Succivo.
Dalle indagini è emerso che gli indagati avrebbero chiesto al parroco la somma di 20mila euro, minacciandolo di divulgare, in caso di diniego, un video in cui comparirebbe il sacerdote mentre compie rapporti sessuali con i due ragazzi.
"Questa Diocesi - spiega la nota - è profondamente consapevole della gravità dei fatti e vivamente colpita per il disagio che ne consegue nelle persone coinvolte e nell'intero tessuto sociale ed ecclesiale. Si attende con rispetto che le indagini condotte dalle autorità giudiziarie facciano chiarezza e accertino l'effettiva consistenza dei fatti e delle responsabilità di quanto accaduto. Nel frattempo, e per il tempo che sarà ritenuto necessario, la Diocesi ha disposto di chiedere al sacerdote la sospensione temporanea dal suo ufficio di Parroco".
Sul fronte delle indagini, il gip ha convalidato il fermo dei due ragazzi operato dai carabinieri disponendo per entrambi la misura degli arresti domiciliari. 

05-12-2017 18:06:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA