MERCOLEDÌ 13 NOVEMBRE 2019
Calcio

Rinnovare o non rinnovare, questo è il problema.

Analisi sui rinnovi e le trattative di mercato a due mesi dalla fine della stagione.

di Luca Cimmino
Rinnovare o non rinnovare, questo è il problema.

Le trattative di marzo vanno pesate, non sono verità assolute ma non si può dire che siano bugie. L'annosa questione rinnovi della S.S.C. Napoli con tre dei suoi tesserati inizia a diventare ingestibile.

Insigne, Mertens e Ghoulam sono tre spine nella rosa azzurra. Ognuno per motivi differenti è titubante sul suo futuro nel club di De Laurentiis.

La questione Insigne è nota a tutti già dalla scorsa estate dove, anche a causa della riluttanza del Napoli di sedersi al tavolo delle trattative, il magnifico è stato protagonista di un inizio di stagione non all'altezza. Non appena le prestazioni gli hanno sorriso ecco nuovamente alla carica i procuratori e le loro richieste di adeguamento contrattuale. Il Napoli pare fermo a 3,5 mln di € comprensivi di diritti d'immagine ma l'entourage di Insigne pretende 4 mln di € se deve cedere i diritti al Napoli. Le dichiarazioni dell'attaccante azzurro hanno smosso le acque, "Il mio futuro al Napoli? I matrimoni si fanno in due." che sta a ribadire la volontà di Lorenzo di rimanere in maglia azzurra ma che rinunciare ad un ingaggio da top player non ci pensa minimamente.

In ogni caso la situazione Insigne è in stand by e non è previsto nessun incontro a breve, vista la priorità del Napoli di risolvere prima i contratti in scadenza nel 2018 e non quelli del 2019 come quello dell'attaccante di Frattamaggiore.

Contratto in scadenza 2018 per Ghoulam e Mertens, e se per il terzino sinistro non pare esserci intesa vista la pressione del Bayern di Monaco e dell'Atletico Madrid e la volontà del calciatore di guadagnare di più, per il folletto belga la situazione è complicata.

L'errore del Napoli è stato quello di non rinnovargli il contratto alla fine della scorsa stagione, quando ancora il giocatore belga agiva da esterno d'attacco alternandosi con Insigne. Una volta passato al centro dell'attacco le pretese contrattuali di Dries sono aumentate, un attaccante da 25 goal a stagione va premiato e data l'età di Mertens è probabile che si tratti dell'ultimo contratto importante della sua carriera. 2,2 mln di € adesso non bastano più, lo sa il Napoli e lo sa Mertens e vista anche la sua situazione familiare non è detto che la cosa si risolva con una stretta di mano e non è affatto scontato che Dries possa restare in maglia azzurra alle condizioni del Napoli.

Tre spine da risolvere a breve vista l'aria che si respira a Castel Volturno e che potrebbe compromettere l'obiettivo secondo posto. Se la sosta per le nazionali non è certo un toccasana sotto l'aspetto tecnico-tattico lo sarà senz'altro per stemperare la tensione di tre giocatori che al momento sono fondamentali per il prosieguo della stagione.

Il nodo della questione può scioglierlo soltanto De Laurentiis, perchè una squadra che punta a vincere non si smantella ma si preserva e gli si costruisce intorno, però non è neanche detto che per farlo bisogna accettare i ricatti dei procuratori.

 

22-03-2017 10:17:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO