LUNEDÌ 30 MARZO 2020
Il caso

Rissa tra baby gang a San'Antonio Abate per commenti a delle ragazze: quattordicenne in ospedale

Nei guai quattro giovani, tra i 14 e i 16 anni, in tre sono di Gragnano

di Redazione
Rissa tra baby gang a San'Antonio Abate per commenti a delle ragazze: quattordicenne in ospedale

Baby gang scatenano l'inferno a Sant'Antonio Abate. Tutto comincia per niente. Un po' di sfottò reciproci tra due comitive di giovanissimi in giro di sabato sera. Commenti sui vestiti e sul trucco di alcune ragazze e tutto degenera. Minacce di morte, botte e caschi usati come armi. Un ragazzino portato al pronto soccorso del San Leonardo. Finiscono nei guai in quattro. Denunciati dai carabinieri, agli ordini del maggiore Donato Pontassuglia, intervenuti a via Lettere per sedare una rissa tra giovanissimi.
Dopo i primi accertamenti sono stati denunciati quattro minorenni incensurati ritenuti responsabili di rissa aggravata.
Si tratta di un quindicenne e un quattordicenne di Gragnano di un gruppo e di un quattordicenne di Sant’antonio Abate e un sedicenne di Gragnano nella banda avversa.
È stato accertato che i quattro, facenti parte di due gruppi distinti, insieme ad altri giovani in via di identificazione, avevano scatenato una rissa nel corso della quale il quindicenne aveva colpito alla testa con un casco il quattordicenne abatese. 
A quest’ultimo, portato dal 118 all’ospedale di Castellammare, è stato riscontrato un trauma cranico non commotivo giudicato guaribile in cinque giorni.
Dalle prime indagini emergerebbe che la rissa è scoppiata al culmine di una serie di sfottò tra i gruppi sull’abbigliamento e il trucco delle ragazze in loro compagnia.
Il quindicenne dovrà rispondere anche di minacce di morte nei confronti del quattordicenne ferito.

 

21-01-2018 12:36:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA