MERCOLEDÌ 30 NOVEMBRE 2022




Il fatto

San Giorgio, un imprenditore e un avvocato bloccati in Colombia

Il sindaco: 'Bisogna farli rientrare al più presto in Italia'

di Redazione
San Giorgio, un imprenditore e un avvocato bloccati in Colombia

L'emergenza coronavirus li tiene lontani da casa. Un avvocato e un imprenditore di San Giorgio a Cremano sono bloccati a Bogotà e non possono rientrare in Italia, in quanto è vietato ogni tipo di spostamento, sia interno che esterno al territorio colombiano. Con loro vi sono altri quarantacinque italiani, tra cui anziani, minori e una donna incinta. A molti di loro da giorni sono stati cancellati i voli di ritorno e sono in difficoltà. A comunicarlo sulla sua pagina facebook è il sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno che in queste ore è al lavoro per trovare una soluzione al problema. ''Appena avuta la notizia, attraverso l'avvocato Aldo Galdieri, ho immediatamente contattato dei riferimenti istituzionali e ieri sono riuscito a parlare con un rappresentante istituzionale della Farnesina per sottoporre il caso dei due sangiorgesi e degli altri italiani e sollecitare un intervento rapido e risolutivo'', scrive il sindaco. ''Il primo obiettivo deve essere ovviamente fornire agli italiani in difficoltà i beni di prima necessità e poi permettergli al più presto di fare ritorno in Italia. Continuerò a seguire il caso, certo che il Governo troverà una soluzione nel più breve tempo possibile e riporterà i nostri concittadini dai loro familiari''.
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

21-04-2020 14:48:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA