GIOVEDÌ 27 FEBBRAIO 2020
Il fatto

Sant'Antonio Abate, il sindaco Abagnale vieta i fuochi d'artificio: 'Non sparate'

Stop ai petardi e ogni tipo di articoli pirotecnici

di redazione
Sant'Antonio Abate, il sindaco Abagnale vieta i fuochi d'artificio: 'Non sparate'
Stop a fuochi di artificio e petardi a Sant'Antonio Abate. Mezzanotte senza botti nel comune amministrato per il primo anno da Ilaria Abagnale. Il nuovo sindaco firma un'ordinanza per vietare di salutare il 2020 con gli spari e i fuochi. Scrive Ilaria Abagnale su Fb: "L’Amministrazione Comunale ha attentamente valutato l’oggettivo pericolo collegato all’utilizzo di petardi, con conseguente verificarsi di infortuni, spesso di grave entità". Scatta l'appello verso i cittadini: "Pongo piena fiducia nel vostro assoluto rispetto verso il vicinato, verso qualunque animale ma soprattutto verso chiunque potrebbe soffrire del forte rumore provocato dai fuochi, a causa di gravi malattie. Divertiamoci insieme". Continua il primo cittadino: "Si è consolidata nel tempo l’usanza, nel corso delle festività di fine anno, di fare esplodere all’interno della cerchia cittadina, artifici pirotecnici di ogni categoria. Tale prassi turba la sicurezza degli appartenenti alla comunità locale, nonché configura il preludio di eventi anche tragici che possono verificarsi in danno alla collettività". Partita da questa premessa il sindaco vieta: "La vendita, in forma ambulante, a partire dal 30/12/19 fino al 01/01/20, di fuochi d’artificio ascrivibili alla categoria quarta e quinta, ivi compresi gli ex fuochi di libera vendita ora obbligatoriamente classificati in una delle suddette categorie. In particolare è vietata la vendita di quelli che abbiano effetto scoppiettante, crepitante o fischiante (tipo rauto o petardo) ed esclusi i prodotti del tipo fontane, bengala, bottigliette a strappo lancia coriandoli, fontane per torte, petardini da ballo, bacchette scintillanti e simili, trottole, girandole luminose". Ma oltre alla vendita vietato anche l'utilizzo: "Di ogni tipo di fuoco d’artificio, ivi compresi quelli appartenenti alla nuova categoria V, gruppo C, D ed E, in luogo pubblico e privato, ove, in tale ultimo caso, possano verificarsi ricadute degli effetti pirotecnici su luoghi pubblici o privati appartenenti a terzi non consenzienti, nonché di articoli pirotecnici teatrali e di altri articoli pirotecnici per scopi diversi da quelli cui gli articoli stessi sono espressamente destinati". Uno stop che riguarda anche gli spari di fuochi in casa o sui terrazzi: "per tutti coloro che hanno la disponibilità di aree private, finestre, balconi, lastrici solari, luci e vedute et similia di consentire a chiunque l’uso ove possano verificarsi ricadute degli effetti pirotecnici su luoghi pubblici o privati appartenenti a terzi non consenzienti per l’effettuazione degli spari vietati dalla presente ordinanza, dalle ore 20 di domani alle sette del primo gennaio".
30-12-2019 20:39:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO