LUNEDÌ 08 MARZO 2021




Il fatto

Sant'Antonio Abate, muore a 59 anni di Covid: la quattordicesima vittima

Il sindaco Abagnale: 'Allarme forte come un anno fa'

di Redazione
Sant'Antonio Abate, muore a 59 anni di Covid: la quattordicesima vittima

E' morto di Covid a 59 anni. Sotto choc Sant'Antonio Abate per la sequenza di notizie negative relative all'epidemia. Dopo l'individuazione di quattro positivi con la variante inglese, la notizia della tredicesima vittima dovuta al virus. Scrive il sindaco Ilaria Abagnale: "Una nuova comunicazione ci scuote: il drammatico annuncio di un nuovo decesso per Covid-19. Un nostro giovane concittadino, Aniello, ci ha lasciati a 59 anni a causa di un male che non è riuscito a debellare, nonostante abbia opposto una strenua resistenza fino al momento in cui le forze son venute a mancare". Aniello Malafronte è la tredicesima vittima del nuovo Coronavirus da inizio pandemia, nel territorio di Sant’Antonio Abate. Sottolinea il sindaco: "Un allarme, questo, che ci deve necessariamente riportare alla realtà dell’emergenza che ci tiene ad un passo dall’altro. Il virus è in continua circolazione e le varianti sono così preoccupanti da lasciarci tesi come appena un anno fa. Non permettiamo che la drammaticità degli eventi possa fermarci soltanto quando assistiamo il contagio di una persona a noi vicina. Manteniamo le distanze, non soltanto da chi ci circonda, ma anche e soprattutto da qualsiasi situazione possa portarci ad infrangere le normative sanitarie vigenti. Questo virus non è uno scherzo, né un ricordo passato. C’è e si avverte con forte incidenza". Proprio ieri sera il primo cittadino ha illustrato le misure più stringenti da osservare per contenere il rischio epidemia con la variante più contagioso. Il pensiero di Ilaria Abagnale va alla famiglia della vittima: "Il nostro più sentito cordoglio alla famiglia della vittima ed un augurio di pronta guarigione ai nostri attuali positivi. Siamo costantemente a lavoro per assicurare il bene di ciascuno di voi".

22-02-2021 18:32:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA