GIOVEDÌ 02 DICEMBRE 2021




Verso la vetta

Sarri ci va cauto: "Col Genoa non sarà una passeggiata, giochiamo con lucidità e pazienza"

Mister rassicurante su Higuain: "Era solo una contusione"

di Redazione
Sarri ci va cauto:

Se qualcuno, guardando la classifica, pensa che il Napoli debba fare domani un sol boccone del Genoa, sbaglia di grosso. Maurizio Sarri non ha dubbi, in proposito. ''Ci aspetta - dice - una gara molto complicata. Il Genoa è in salute ed attraversa un gran momento di forma.
Dovremo giocare con determinazione, lucidità e pazienza''.
Per fortuna del Napoli che Gonzalo Higuain sarà regolarmente al suo posto. ''Ha fatto tutto l'allenamento con la squadra - conferma Sarri - Era solo una contusione, è pienamente recuperato''.
''Il Genoa - sostiene l'allenatore - mi ha impressionato nelle ultime gare, vengono da tre vittorie, sono in un momento felice sia mentale che fisico. Hanno aggressività e ritmo non comuni e affrontarli adesso è davvero impegnativo. Sarà una partita estremamente impegnativa come è sempre contro le squadre di Gasperini quando sono in buona condizione''.
Anche il Napoli, comunque, attraversa un buon momento, questo non si può negare. ''La squadra - conferma Sarri - sta bene, abbiamo buone sensazioni ma dobbiamo sempre vedere la risposta del campo. Credo e spero di aver trasmesso le giuste indicazioni ai ragazzi perché domani possiamo rischiare tanto. Il Genoa quando è al top ha grande intensità. L'ho vista domenica contro il Torino, era sotto di due gol ed ha avuto una reazione straordinaria''.
Insomma per piegare l'avversaria di domani ''ci vorrà determinazione, lucidità, pazienza e cattiveria agonistica perché il Genoa potrebbe trascinarci in un tipo di partita che a noi non piace''. ''Immagino - prevede Sarri - che cercheranno dieci duelli fisici individuali e cercheranno di portare la gara su binari a loro congeniali. Da parte nostra ci vorrà grande forza mentale per riuscire a spuntarla''.
L'eliminazione dalla Champions potrebbe provocare qualche contraccolpo sulla Juve, ma Sarri non se ne dà cura. ''Dalla Juve - spiega - non ci aspettiamo niente. Ci aspettiamo di interpretare noi al meglio le prossime 9 partite, poi non ci interessa di come sia uscita la Juve dalla Champions. Io penso solo a questa fase finale di campionato che mi dà molto gusto perché potrebbe regalare vari scenari. Quello che mi interessa è di non avere alcun rimpianto a fine stagione ed essere consapevoli tutti di aver dato il 101 per 100 al di là del risultato che raggiungeremo''.
Il Napoli, comunque, non ha abbandonato i suoi sogni. ''Le motivazioni - conferma Sarri - nascono dai sogni. E' giusto che i ragazzi sognino. Se per loro è un piacere lavorare con me, è stato lo stesso piacere per me lavorare con loro. Sono contento che la squadra mi abbia seguito, che abbia lavorato molto ma è bello anche che i calciatori si divertano quando giocano perché non dobbiamo dimenticare che il calcio è anche divertimento. Per quanto mi riguarda mi sento fortemente affezionato a questo gruppo''.
Juve e Napoli giocheranno le prossime gare in giorni ed orari sfalsati. ''Io - ribadisce il tecnico azzurro - sono contro al calcio spezzatino e questo lo sapete. Però ciò che mi preme sottolineare è che ci sono due orari in cui è sconveniente andare in campo: le 18 e le 12.30. La Lega è stata disattenta evidentemente e ci ha messo due gare proprio in quei orari. Sono due fasce della giornata in cui nessun calciatore ha piacere di giocare''.
Ed in futuro di Sarri? ''Mi piace molto pensare al mio futuro - dice - ma nel senso di quello che si riferisce alle prossime nove partite. Mi dà gusto questo finale di campionato, mi arrapa perché ci sono dentro componenti che danno una motivazione ed uno stimolo fortissimo. Quindi io ho un futuro di nove partite nel senso che penso a queste nove partite e non penso al futuro in riferimento a qualcosa che succederà fra un anno o fra due''.
''Io - conclude l'allenatore del Napoli - sono un uomo che viene da cinque anni di serie C e da cinque anni di serie B e quindi figuriamoci se mi preoccupo per il mio futuro per il prossimo anno o di quello che sarà fra due anni. Sono abituato a situazioni molto peggiori''. 

19-03-2016 19:42:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA