VENERDÌ 03 FEBBRAIO 2023




Il fatto

Scafarto rimette la divisa, annullata dal Riesame la decisione di sospendere dai carabinieri l'ufficiale di Castellammare

Il tribunale ha accettato il ricorso dei legali del capitano coinvolto nell'inchiesta Consip

di Redazione
Scafarto rimette la divisa, annullata dal Riesame la decisione di sospendere dai carabinieri l'ufficiale di Castellammare

Nell'altalena di decisioni che hanno riguardato il capitano Scafarto e il suo ruolo nell'Arma, questa volta a segnare il punto è l'ufficiale di Castellammare. Il tribunale del Riesame ha annullato la misura cautelare interdittiva dal servizio per il capitano dei carabinieri coinvolto nell'inchiesta Consip. Il militare era stato raggiunto dal provvedimento il 25 gennaio scorso su disposizione del gip che lo sospendeva dal servizio per il periodo un anno. Questa decisione era stata già annullata una prima volta per essere poi riformulata. Nei giorni scorsi i difensori del militare, Giovanni Annunziata e Attilio Soriano, avevano presentato istanza al tribunale del Riesame. A Scafarto era stato chiesto di togliere la divisa dopo che la Procura di Roma aveva sostenuto avesse utilizzato il suo ruolo per cancellare le prove contro di lui. In particolare il riferimento era ai messaggi sul suo cellulare rivolti ad altri colleghi. Un'intricata vicenda che procede a colpi di offensive e controffensive, partita quando il capitano Scafarto è stato accusato di avere falsificato atti delle indagini per aggravare la posizione del padre di Matteo Renzi coinvolto in un'inchiesta su Consip. 
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

27-03-2018 16:56:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA