LUNEDÌ 08 AGOSTO 2022




L'emergenza

Scafati allagata, muore anziana per ritardo nei soccorsi: la zona resta sommersa

Aperta un'inchiesta sul ritardo dei soccorsi

di Redazione
Scafati allagata, muore anziana per ritardo nei soccorsi: la zona resta sommersa

Scafati allagata da 15 giorni. Una situazione di emergenza che potrebbe avere provocato la morte di una signora anziana avvenuta il 28 novembre. Ma aperta un'inchiesta, le condizioni della zona in cui viveva la vittima resta critica. I familiari nella giornata di oggi sono ancora costretti ad uscire in barca. L'anziana di 88 anni avverte un malore in casa ma i soccorritori non riescono a raggiungere l'abitazione in quanto la strada è completamente allagata. Così l'anziana muore. La vicenda si è verificata nelle scorse settimane a Scafati, città della provincia di Salerno che confina con quella di Napoli. A denunciare l'accaduto è Rosa Molisse, figlia di Maddalena Mandile, l'88enne che ha perso la vita il 29 novembre nella sua abitazione. La strada di casa, quando il maltempo imperversa, si trasforma in un fiume d'acqua che, oltre a rendere invivibile la zona, non consente ai veicoli di transitare. E così, quando l'anziana ha avvertito il malore, le ambulanze non sono riuscite ad arrivare. I familiari, naturalmente, non sono certi che l'intervento dei soccorritori sarebbe servito a salvare la vita alla donna. Ma ciò che, invece, è evidente è la situazione paradossale che si verifica ogni qualvolta il fiume rompe gli argini per il maltempo. Non a caso, anche nel giorno dei funerali, la bara è stata messa prima su di un mezzo speciale. Qualcuno, proprio per sopperire all'emergenza, si è dotato di una barca per attraversare il fiume d'acqua e riuscire a spostarsi.
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

12-12-2021 15:15:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA